Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Sab08182018

Last update07:51:45 AM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

La piazza dei Giudicariesi

22 marzo, giornata mondiale dell'acqua... "la quale è molto utile et humile et pretiosa et casta"

acqua giornata mondiale dellacqua 

"Laudato sì, mi Signore, per sor'aqua, la quale è molto utile et humile et pretiosa et casta" Nella giornata mondiale dell'acqua, che si celebra il 22 di marzo, a primavera appena iniziata, ci sono tornate alla mente le parole di Francesco. Vorremo che il sentimento e le riflessioni del santo nei confronti di quello che è l'elemento fondamentale, necessario alla vita delle creature sul nostro disastrato pianeta, si radicassero profondamente nei nostri animi, e ribadire il concetto che l'acqua è bene di tutti. E che la sua natura di bene pubblico va difesa con i denti.

L'acqua era sacra per tutti i popoli fin dall'antichità, perché è la vita, e la vita deve essere sacra. Purtroppo la nostra società, così corrotta e "liquida", non sente più nessun legame sacro con l'acqua: il mercato non ha princìpi etici, è mosso dal guadagno. Lo sviluppo capitalista sta distruggendo la natura, non solo l'acqua, ma i paesaggi, le montagne, le specie animali, le fonti energetiche, la terra da coltivare; s'appropria di beni comuni a tutti, a beneficio di pochi, e priva del loro godimento il resto della società. E' quanto è accaduto e succede ormai in tanti paesi, e in tante regioni, dove privati cittadini, lobbies e multinazionali se ne sono impadroniti con un cinismo disumano in nome del lucro e del profitto.

Hanno cambiato il volto all'ambiente, inaridito con enormi dighe e trasformato in deserti terre un tempo rigogliose, costretto popolazioni intere ad abbandonarle dopo averle ridotte alla miseria e alla sudditanza. Il fenomeno in questi ultimi tempi si sta trasferendo in maniera subdola anche a casa nostra attraverso la proposta di leggi e di provvedimenti volti ad espropriarci dell'acqua, o della sua funzione e dei suoi utilizzi (vedi centralina di Carisòlo), per cederla ad imprenditori, magari in nome dello sviluppo e in cambio di occupazione/lavoro.

Dove ci abbia portato un certo modo di fare impresa penso sia sotto gli occhi di ognuno. Di qui l'invito a vigilare sulla condotta dei politici e di quanti amministrano le istituzioni perché i nostri figli un domani non si trovino...all'asciutto.

Il passo dai temi riguardanti l'acqua (guai anche a sprecarla!), che è pure fonte di energia, a quelli riguardanti l'energia pulita (solare, eolica, a biomassa ecc.) e le tecniche che si tanno approntando e studiando per realizzarla è breve. Sono argomenti di un'attualità pressante, da tenere sempre sotto controllo. Dopo un periodo di brutto tempo esagerato, con neve e piogge a non finire, il cielo è tornato a sorridere.

E' arrivata la primavera. Primavera è un po' rinascere, affrontare la vita con spirito nuovo e nuovi entusiasmi, è godere dell'aria, della vegetazione in rigoglio, dei colori, dei fiori, delle feste che vi si celebrano (imperdibile Fiorinda, lo spettacolo dei meli in fiore in Val di Non). Ma per rinascere indispensabile è l'acqua... Pensiamoci e teniamone conto nel nostro operare. Prima che sia troppo tardi.

Foto

Le ultime notizie 2

La BaKeKa