Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Lun04242017

Last update07:46:03 AM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

Primo piano: quarto mandato di Diego Schelfi in Federazione delle Cooperative

Cooperazione, fra criticità e voglia di partecipazione. Erman Bona: "Occorre maggiore discussione interna ed apertura ai cambiamenti"

erman bona

"La cooperazione trentina ha dei problemi da risolvere. Vanno capiti ed affrontati". E' diretto e senza giri di parola, Erman Bona, candidato presidente della Cooperazione trentina che a inizio giugno è chiamata ad esprimere la sua guida, in una rosa che vede candidati anche Sandro Pancher, presidente di Promocoop e l'uscente Diego Schelfi, che dopo tre mandati cerca il quarto in sella alla Federazione di Via Segantini.

Leggi tutto...

Beltrami e Mattarei lanciano Pancher alla presidenza della Federazione della Cooperazione Trentina

Sandro Pancher 1

«La nostra scelta ha suscitato un certo nervosismo ai piani alti del palazzo, in quanto temono spaccature e guerre intestine» Inizia così Giuliano Beltrami la conferenza stampa di via Segantini nell'annunciare la candidatura a Presidente della Federazione delle Cooperazione Trentina Sandro Pancher, Presidente della Cooperativa di Mezzocorona e di Promocoop. «Noi invece consideriamo il confronto dialettico un arricchimento e la vera chiave di svolta. Siamo reduci da un complicato percorso effettuato da saggi che di saggio ha avuto ben poco, essendosi comportati più come un comitato elettorale che come rappresentanti capaci di ascoltare la base. Bisogna rendersi conto che la situazione attuale impone delle risposte precise, chiare e trasparenti e non di fratture e piccole beghe interne o trasversali ai diversi settori».

Leggi tutto...

18 consiglieri su 21 dicono Schelfi Quater. Aperta una spaccatura all'interno della Cooperazione

 don lorenzo guetti«Chi lascia la via vecchia per la nuova sa quel che lascia ma non sa quel che trova». Sembra questo il motto prevalente tra i consiglieri della Federazione della Cooperazione che non riescono a trovare in tutto il movimento cooperativo un presidente che possa sostituire Diego Schelfi. Diego Schelfi dunque, l'insostituibile. Almeno per i massimi vertici: già i "saggi" si erano espressi per una rielezione di Schelfi, ora anche il consiglio, con 18 voti a favore su 21 dice sì con un'ampia maggioranza.

Leggi tutto...

Rielezione di Schelfi. «Serve maggior prudenza nel rilasciare dichiarazioni alla stampa, la grande imputata in questa partita»

«Cooperazione, sì allo "Schelfi quarto"» titola il Trentino di oggi, «I saggi dicono Schelfi ma è tutto rinviato» sminuisce l'Adige con un servizio di Lucia Facchinelli; «Tutto rimandato» sbotta il TGR ieri sera... Trapela in modo differente sulla stampa locale lo stato delle cose riguardo alla possibile rielezione per la quarta volta di Diego Schelfi alla presidenza della Federazione della Cooperazione. Chi da per certa la rielezione, chi apre uno spiraglio ad altre soluzioni, chi enfatizza la mancata unanimità, solitamente ricercata in casa cooperazione per proporre il nuovo presidente.

Leggi tutto...

Adelino Amistadi: «Quando si tratta di "mollare" la sedia a favore dei giovani, delle nuove idee e del mondo che avanza, sorgono i dubbi e si parte con il giochino salva poltrone...»

È un giochetto vecchio come il cucco a cui non dovrebbe ormai più abboccare nessuno,. Purtroppo la cosa funziona ancora e questo la dice lunga sulla maturità della politica: prima ci si fa belli dichiarando al mondo intero che per il bene del movimento bisogna lasciare spazio ai giovani, a nuove idee, al mondo che avanza, prendendosi gli elogi un pò da tutti, poi quando si tratta di "mollare" la sedia a favore dei giovani, delle nuove idee e del mondo che avanza, sorgono i dubbi e si parte con il giochino salva poltrone.

Leggi tutto...