Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Lun04242017

Last update07:46:03 AM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

Quell'illuso del Musón, il blog di Mario Antolini

Radio giudicariesi: un passato da rivivere insieme. La storia della gente, tema affascinante. Quando il 'Non dimenticare' diventa un dovere

radio antica

Il precedente mio scritto sulle Radio giudicariesi - pubblicato in questi cortesi spazi online -, che m'ero sentito di scrivere a ricordo d'uno dei periodi più vivaci dell'informazione comprensoriale, è stato recepito da vari cortesi lettori, dandomi modo di ricevere consensi e soprattutto nuove indicazioni per allargare la conoscenza di una aspetto della vita sociale che ci è propria.

Leggi tutto...

Libere RADIO e TV in Giudicarie: solo ricordi dimenticati? Dal blog di Quell'illuso del Muson

tvgLa inattesa e triste scomparsa di Maria Tonini, cittadina di Storo, - suadente ed ascoltata voce di Radio di GB1 da Storo (Cà' Rossa) e di Radio C8 da Tione negli anni Settanta/Ottanta - mi ha riempito di tristezza ma, nel contempo, ha suscitato in me la struggente nostalgia che mi ha trascinato a rivivere ed a ricordare quell'intenso periodo di vita di parecchi decenni fa quando, anche in Giudicarie, l'avvento del libero uso delle trasmissioni radiofoniche e televisive era giunto alla portata di un entusiasta ed agguerrito Volontariato, reso possibile - allora - dalla mancanza delle attuali remore dovute alle procedure burocratiche, che stanno tarpando le ali (e forse addirittura tagliandole del tutto) a coloro che sentirebbero ancora in sè la generosità di mettersi in gioco.

Leggi tutto...

Chi saprà correre più dei giovani per offrire le indicazioni stradali aggiornate verso gli orizzonti da raggiungere? Dal blog di quell'Illuso del Muson

Acer-Education-1 1

Ormai vicino ai 97... l'altra notte, mentre facevo zapping in cerca di qualcosa che mi interessasse, sono incappato proprio all'inizio della trasmissione televisiva di "Exodus" che non avevo mai visto, ma di cui mi era rimasto un amaro ricordo di esperienza scolastica. Ho voluto guardarmelo tutto (anche se influenzato) fin dopo la mezzanotte, imparando anche quanto fondamentalmente non conoscevo ancora.
Ed il rimorso per quanto accadutomi in una terza elementare, a Tione, fra il 1966 ed il 1969, mi tornò nella coscienza ed un nodo mi prese alla gola, anche se ormai non potevo più piangere sul latte versato. Però quel nodo mi spinge stanotte e rievocare una situazione che forse potrebbe far riflettere molti insegnanti sul come resta sempre difficile ed impensabile essere preparati a ciò che succede nel trovarsi con i ragazzi delle sempre nuove generazioni.

Leggi tutto...

Don Guetti non c'è più ed il parlarne a iosa per farsi belli non serve a farlo rivivere... Divagazioni sulla cooperazione di Mario Antolini Muson

Dentro-il-palazzo imagefull 1

Premessa

Sia che si parli di cooperazione o di qualsiasi altra attività umana occorre sempre e comunque partire dall'UOMO, poiché chi deve studiare, comprendere e soprattutto a fare quello che c'è da fare è sempre una persona: uomo o donna e di qualsiasi età. Di tutto quello che si discute e che si scrive e che c'è da fare è accolto e fatto proprio da persone/individui che opereranno secondo il proprio carattere, la propria buona fede, la propria onestà, la propria preparazione, la propria istruzione,la propria professionalità, la propria capacità. Soprattutto in coscienza intellettuale e morale.

Leggi tutto...

Nadàl èl amó Nadàl? Dal Blog di Mario Antolini Muson

07-presepio8

Guardare e vivere il Natale nel 2016 a 96 anni, per me vuol dire rievocare i "poveri Natali" degli anni Venti e Trenta, caratterizzati... dalla novena alle 6 del mattino in chiesa con tanto di freddo addosso e con poche pallide lampadine lungo le vie..., dal minuscolo presepio sul tavolo con la capanna e pochi pastori e pecorelle..., e dai modesti "doni" portati dal Bambinèl.

Leggi tutto...

Giudicarie sopita fra autunno 2016 e primavera 2017... in positivo. Dal blog di Quell'Illuso del Muson

252066-800x531-500x331Credo che forse pochi si prendono cura di seguire le "rassegna stampa giornaliera" inanellando progressivamente le cronache e gli eventi tra loro in un susseguirsi ed un alternasi che può risultare ricco di indicazioni e di prospettive per il contesto sociale locale agganciato però, pur perifericamente, con il resto del mondo tenuto vivo e aggiornato attraverso l'informazione ammannita dalle testate nazionali e internazionali, compreso il web.

Leggi tutto...

Cronaca nera e... rispetto della persona! Di fronte alla sofferenza ci si deve soltanto inchinare in riverente silenzio. Dal blog di quell'illuso del Muson

police crime szene towel 1

Ancora una volta le Giudicarie in prima pagina e con altrettante pagine interne con titoli a tutta pagina e caratteri in evidenza, non già per trattare di uno dei tanti problemi che riguardano il nostro territorio – e sono tanti e tanti e tutti di estrema necessità e tempestività – ma solo per occuparsi di una caso di "cronaca nera" - avvenuto nel Lomaso, nelle Giudicarie Esteriori - che riguarda solo i componenti di una famiglia che oggi si trova nell'affanno e nel dolore, fortunatamente in una comunità che le si è stretta benevolmente attorno.

Leggi tutto...

Autunno giudicariese 2016... in espansione? Dal Blog di Quell'Illuso del Muson

festa delle associazioni Bersone

Settembre 2016. Si sta concludendo l'estate: le ultime Sagre concludono le annuali feste paesane, le vacche sono già scese dalle malghe, la quotidianità riprende il ritmo della normalità dopo che il rinnovato Volontariato - sempre attivo e creativo e costantemente ringiovanito - ha animato infinite manifestazioni in ogni vallata e su ogni montagna. Un Volontariato, anima di ciascuna comunità, che ha esaltato una vivacità ed una intraprendenza sempre più razionale e coordinata, retto da rinnovato entusiasmo e da generosa disponibilità, nella costante ricerca del giusto equilibrio sociale fra divertimento e cultura, fra lo stare insieme ed il crescere insieme.

Leggi tutto...

6 e 9 agosto: date incancellabili da mai dimenticare! Internato a Tochi-no-ki. Nell'autobiografia i ricordi di Mario Antolini

6 e 9 agosto date incancellabili da mai dimenticare
....
Nel frattempo le operazioni belliche in corso avevano fatto sì che gli Americani, avanzando di isola in isola nel Pacifico, si stavano avvicinando sempre di più al territorio giapponese ; cosicché si intensificavano i bombardamenti aerei (ogni notte varie città risultavano letteralmente rase al suolo con centinaia di migliaia di morti ad ogni bombardamento), crescevano i disagi e le difficoltà fra la popolazione crescevano. Tuttavia ciò che maggiormente impensieriva i militari responsabili della guerra da loro voluta, era il pericolo di un imminente sbarco del nemico sulla terra nipponica, che sarebbe stato il primo della storia: uno smacco ignominioso ed imperdonabile, secondo la mentalità giapponese.

Leggi tutto...

I giovani ringiovaniscono e ringiovaniscano le Giudicarie. Dal blog di Quell'illuso del Muson

I volontari de La Giovane Rendena

Aria nuova per il mio pessimismo sull'avvenire delle Giudicarie. Allo sconforto degli ultimi decenni di fronte ad un percepito ed esteso malessere sociale, sento oggi attorno ai miei 96 anni aleggiare una nuova primavera, quanto mai incoraggiante, per l'affacciarsi di numerosi giovani giudicariesi alla ribalta sia dell'associazionismo proprio del Volontariato, che degli Enti Pubblici per una non indifferente schiera di forze giovanili nelle liste dei nuovi Comuni "fusi".

Leggi tutto...

Toponomastica: paese e Comune non sono sinonimi. Lettera aperta ai corrispondenti delle Giudicarie

comune-di-tre-ville cartina 

Con tutto il rispetto dovuto alle singole persone che stimo e che apprezzo per il loro intenso lavoro dalla "periferia", mi permetto segnalare la "confusione" che io stesso - pur "essendo del mestiere" - mi trovo nel seguire le cronache quotidiane, specie di questi ultimi mesi, a seguito delle "fusioni" dei vari (nuovi e vecchi) Comuni amministrativi formati, cioè, da un determinato numero di centri abitati a se stanti e con una propria identità ed una propria ancora forte comunità "paesana".

Leggi tutto...