Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Gio07192018

Last update10:14:31 PM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

Quell'illuso del Musón, il blog di Mario Antolini

Pensieri al vento - Primavera giudicariese 2018. dal Blog di Quell'illuso del Muson

stenico 3

Da qualche decennio vivo da solo, nel silenzio d'una mansarda al terzo piano sopra i tetti di Brévine, cosicché non posso più sentirmi immerso nel contesto sociale, e le "mie" Giudicarie le vivo soltanto indirettamente e di riflesso. Ogni mattino i due quotidiani di Trento, più gli aggiornamenti di giudicarie.com, delle email, delle telefonate e delle sempre gradite visite di amiche ed amici.

Leggi tutto...

Scampàr... Pensando e ricordando Marco Boni e Giorgia Dietre. Pensieri di Mario Antolini Muson

giorgia3-horz

Tè ghéve sól sédes àgn
e té sè crodà giù 'ntà 'l làc'
e tè né sè scampà
portà via 'ntà i bràč
dé Vargùgn dé sóra
che 'l t'à volést có' Èl...

Leggi tutto...

Le Giudicarie stanno ringiovanendo! Dal Blog di Quell'Illuso del Musón

18953251 1297514100361340 6826244504812428793 oPrime settimane di febbraio 2018; non si respira solo aria di Carnevale, in Giudicarie, ma anche si percepisce un'atmosfera di vivacità giovanile col rinnovarsi delle nuove generazioni che quotidianamente fanno sentire la loro presenza nei vari settori del contesto sociale. Agli ormai miei vicini 98 anni è un carezzevole venticello che mi riporta agli anni Cinquanta, quando accanto ai miei trent'anni avevo compagne e compagni di viaggio tutte e tutti più giovani di me, quindi dalle venti alle ventotto primavere.

Leggi tutto...

Sa 'l viàl dé Tió'. Nella scomparsa di Francesco Zubani

al franchino

Il primo giorno del 2018, a Tione, si è portato via Francesco Zubani: per tutti e da tutti conosciuto come Franchino. L'abbiamo incontrato migliaia di volte lungo il viale interno di Tione, sempre sorridente e garbato, col suo costante sorriso sulle labbra, e solo felice di incontrasi con qualcuno col quale salutarsi e, se possibile, anche scambiarsi qualche piacevole parola. L'ho incontrato spesso, e il suo richiamo: «Ciao, Mario...» mi risuona ancora nell'orecchio, come le sue mani che volevano stringere le mie mentre ci scambiavamo qualche parola di circostanza.

Leggi tutto...

Identico spirito anche nel Natale del 2017. Dal blog di Quell'illuso del Musón

13-giorgione-nativita-allendale - Copia

Giornate già piene di gioiosa serenità si stanno vivendo e sentendo nell'aria frizzante anche con il termometro sotto zero non solo nelle vallate alpine. Settimane di fine dicembre che si stanno trascorrendo in relax, nel tiepido nido delle pareti domestiche, un quasi abbandonarsi alla vita di famiglia, ad un intensificare i rapporti con le amiche e gli amici, al concedersi attimi di riposo ed in compagnia, lontani dal frastuono di una vita di lavoro, di ansia, di una rincorsa disperata verso un darsi da fare che, per molte e molti, è diventato affanno, ossessione ed oppressione: uno stato d'animo oggi chiamato stress, mentre una volta il sano affaticamento era solo chiamato stanchezza e bastavano poche ore di riposo per riprendere le forze e procedere speditamente il cammino. Sembra strano parlare di Natale quando ormai il "mercato" ha cancellato la celebrazione religiosa e sulle pubbliche piazze e nelle abitazioni il Presepio è stata letteralmente, ed ovunque, sostituito dall'Albero fastosamente addobbato di ninnoli, bocce e luci.

Leggi tutto...

Dal 2017 al 2018: le Giudicarie dal passato al futuro. dal Blog di Quell'Illuso del Muson

tione 1

Non so quanto sia possibile parlare di Giudicarie dal chiuso di una mansarda chiusa da cui guardo solo sopra i tetti di Brévine, a Tione, e su un po' di cielo verso il sud e un po' del monte Gaggio.

Leggi tutto...

Montagna oggi. È logico e produttivo remare contro? Dal Blog di Quell'illuso del Muson

tumblr inline ne97u1kS0C1sroct7

Parlar di Montagna all'uomo o alle "folle" del terzo Millennio, per noi vecchi ultraottantenni, diventa un po' difficile, poiché ci troviamo di fronte a concezioni ed a fruizioni della montagna, che appaiono piuttosto distanti da quelle di ieri...; almeno così ci pare.

Leggi tutto...

Autunno 2017 in Giudicarie...dal blog di Quell' Illuso del Musón

1.g 1t comano - floraino Menapace

Un nuovo autunno nell'anno 2017 che combacia con l'autunno dei miei ormai 97 anni ed oltre... e già al tramonto. Autunno: la stagione della vendemmia e mi è venuta la voglia di prendere in considerazione l'opportunità di fare la vendemmia dei miei quasi dieci decenni alla luce delle Giudicarie, nelle quali sono nato agli inizi del terzo decennio del secolo scorso e di essermi sentito giudicariese doc fino alla già quasi fine del secondo decennio del primo secolo del terzo Millennio.

Leggi tutto...

Una lectio del prof. Profumo al Guetti di Tione... trascurata! Dal Blog di Mario Antolini Muson

Profumo 2Solo per un puro caso fortuito mi è venuto di voler sfogliare anche le pagine dell'inserto "La Domenica del Trentino" (con la numerazione pag. 55) trovando, con evidente sorpresa, il bell'articolo di Walter Facchinelli sulla "Lectio magistralis dell'ex ministro Profumo" alla consegna dei diplomi agli studenti dell'Istituto Guetti di Tione.

Leggi tutto...

Tener pulito il paese: un hobby saltuario o costante dovere sociale di tutti gli abitanti?

Pinzolo-giornata-ecologica-0Mi fa impressione leggere sui giornali - e dato come un fatto eccezionale - che in qualche paese o città la popolazione (o qualche associazione) venga chiamata o a pulire strade e rioni o a riordinare i sentieri di montagna. Ma è possibile non ricordare che questo era un compito obbligatorio e gratuito di tutte le famiglie (allora dette "focus") che è durato per 800 anni, dal 1000 al 1800, in tutti i villaggi delle Giudicarie? Proprio attraverso questo dettato statutario, infatti, che era diventato principio/obbligo, sono state letteralmente "costruite" le Giudicarie di oggi mediante la "coltivazione" di un territorio allora tutto da modellare fino a giungere all'incomparabile paesaggio ambientale, accogliente e godibile di oggi.

Leggi tutto...

Donne dimenticate delle Giudicarie... Dietro all'affermazione di ogni famiglia, di ogni comunità e di ogni popolazione, vi è sempre stata la presenza determinante di donne. Dal Blog di Quell'Illuso del Muson

Donne Cimego lavorano ai forti del Nozzolo 1914b

Nel chiuso della mia mansarda, dalla quale ormai non esco quasi più, sono venuto a sapere - grazie ai quotidiani ed a facebook - che nelle nostre vallate si sta per affrontare, da parte di un gruppo di persone, un progetto socio-culturale sull'ambizioso argomento: "Donne dimenticate delle Giudicarie". La notizia mi ha incuriosito e, nel contempo, assai rallegrato, poiché era da anni che serpeggiava nella mia mente il desiderio di dedicare qualche pagina a quell'infinita serie di donne che hanno costituito l'ossatura portante delle famiglie tradizionali giudicariesi; ossia di quelle donne che hanno contribuito, in maniera encomiabile e determinante, alla reale "costruzione" delle Giudicarie, facendole diventare una terra di lavoratori e di lavoratrici davvero esemplari ed eccezionali.

Leggi tutto...