Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Gio06212018

Last update11:16:12 PM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

Quell'illuso del Musón, il blog di Mario Antolini

Giudicarie in bilico a rischio spaccatura. Dal Blog di quell'illuso del Muson

Comunità delle giudicarie - Tione di Trento - Giudicarie

Primi giorni di giugno 2015 con un Giudicariese angosciato per le Giudicarie in bilico!
Giorni di grande valenza storica per le Giudicarie questi primi di giugno 2015 durante i quali viene data, nuovamente, la possibilità a quella unione di identità propria di soli 36.000 abitanti racchiusi in un fazzoletto di 1.176 chilometri quadrati di superficie. Purtroppo, ancora una volta, non ci si è fatti premura di raccogliere, di consultare e di interpellare geologi, geografi, naturalisti, storici, antropologi, sociologi e religiosi, ma si sono trovati insieme unicamente dei pubblici amministratori dimentichi che la politica è "a servizio" dei territori e delle popolazioni e che non sono le popolazioni ed i territori a disposizione degli amministratori.
Si sta paventando la "spaccatura" di un territorio e di una popolazione solo per soddisfare legittime aspettative personali o proprie di partiti e di formazioni politiche, senza tener conto di ciò che veramente rappresenta un territorio tanto ricco quanto unitario (chiuso fra i monti da sempre, e da qui il suo isolamento storico), ed una popolazione che ha iniziato il proprio cammino "insieme" nelle unitarie Sette Pievi. Unica anche la radice della comune parlata, il latino alla base unitaria di tutti i dialetti, pur fra loro dagli accenti diversi, ma vicendevolmente comprensibili.
Rimanere con le mani in mano ad attendere la "spartizione" progettata da pochi, oppure trovare disperatamente, all'ultimo minuto, ancora la forza di una ricerca di obiettivi e progettualità condivise?
Mi sento in affanno e mi fa davvero male lo spirito avendo sempre e solo sognato una pacifica e bella "famiglia giudicariese", unita e prosperosa, frutto di tanta secolare intraprendenza propria di una gente che ha saputo per secoli e secoli "vegnérghen fò!".
Quell'Illuso del Musón