Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Dom09272020

Last update12:45:14 AM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

Markus Eder incanta i giudici dello Swatch Freeride Word Tour by The North Face, vincendo la tappa di Courmayeur con una linea innovativa e salti impressionanti. Dietro di lui, lo svizzero Jérémie Heitz e lo svedese Reine Barkered

Markus eder

Courmayeur, 22 gennaio 2013_ Una vittoria che ha il sapore dolce di una rivincita. Se la stoffa del campione si misura dalla capacità di fare fronte alle difficoltà e rialzarsi dopo le cadute, Markus Eder ne ha da vendere. L'unico rider italiano dello Swatch Freeride Word Tour by The North Face, la più grande vetrina mondiale del freeride, ha superato tutti e 33 gli avversari, compresi i grandi favoriti (del calibro di Aurelien come Ducroz e Barkered, conquistando un posto nella storia di questa specialità.

Un grave infortunio, l'anno scorso, l'aveva bloccato per sette mesi, ma le estenuanti sedute di riabilitazione in palestra hanno fatto miracoli. E così, dopo la deludente prova di Revelstoke, prima tappa del circuito, ecco il trionfo, praticamente in casa. Scendendo dalla Tête d'Arp, a Courmayeur, nell'unica tappa italiana del circuito, ha inanellato una serie impressionante di salti: ha cominciato con un 360°, per passare al salto dritto, quindi backflip e switch. La sua abilità come freestyler, oltre che come freerider, lo ha portato a scegliere un percorso incentrato sulla spettacolarità. La sua prova giocosa, divertente e fantasiosa ha convinto i giudici, che gli hanno assegnato 89,67 punti.
Anche il pubblico che ha raggiunto il comprensorio della Courmayeur Mont Blanc Funivie è rimasto conquistato dal giovane Markus, incitandolo durante tutta la sua splendida discesa. Alle sue spalle, due grandi nomi del freeride internazionale: lo svizzero Jérémie Heitz (86 punti), classe '89, alla terza partecipazione al FWT, e lo svedese Reine Barkered (81 punti), classe 1982, vincitore in carica dell'edizione 2012. Un podio al 100% europeo, che modifica anche la classifica generale del circuito: in testa proprio lo svizzero Jérémie Heitz, mentre al terzo posto entra Markus Eder, catapultato tra quelli "da battere".

Gli sciatori hanno passato il testimone agli snowboarder, inferiori numericamente, ma non tecnicamente. Tra i quindici migliori atleti del mondo si è imposto il 33enne francese Aureliens Routens, con 83,7 punti, davanti allo statunitense John Rodosky e allo svizzero Emilien Badoux. Anche questa gara è stata generosa in termini di spettacolarità, regalando al pubblico salti e discese adrenalinici. Il prossimo appuntamento, dopo la tappa di Chamonix Mont-Blanc del prossimo 26 gennaio, dedicata alle donne dello sci e dello snowboard freeride, sarà a Kirkwood, in California, il 27 febbraio.

CLASSIFICA – TAPPA COURMAYEUR MONT BLANC 22 gennaio 2013

SCI MASCHILE:
1. Markus EDER (ITA)
2. Jérémie HEITZ (SUI)
3. Reine BARKERED (SWE)

SNOWBOARDER MASCHILE:
1. Aurelien ROUTENS (FRA)
2. John RODOSKY (USA)
3. Emilien BADOUX (SUI)