Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Ven11242017

Last update06:51:06 PM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

Settaurense retrocessa, Condinese avanti tutta. Colpo gobbo del Pieve di Bono a Pinzolo. Il punto di Francesco Brunelli

Condinese Settaurense15

Cominciano a delinearsi i primi verdetti per quanto riguarda la stagione calcistica 2016/17, che si avvia lentamente alla conclusione della regular season per poi lasciare spazio alle compagini che, per obiettivi ovviamente differenti, dovranno affrontare le appendici dei playoff o dei playout. Per il calcio giudicariese non sembra essere stata una stagione altamente proficua, ma è necessario aspettare ancora qualche settimana per trarre le conclusioni definitive.

Bilancio altalenante per quanto riguarda le squadre impegnate in Eccellenza; positivissimo per il Comano Terme Fiavè, che con un portentoso girone di ritorno si è installato al sesto posto e lo ha blindato con un perentorio 4-0 rifilato a domicilio al Brixen. A stappare il match è stato il gol del diciannovenne Alessio Bosetti (giunto in doppia cifra per quanto concerne il numero di marcature), a chiuderlo la rete dell'altrettanto giovane Mattia Bugna, al primo centro in Eccellenza. In mezzo, le zampate di due veterani come Nicola Donati ed Eros Ambrosi, che hanno ulteriormente rimpinguato il risultato.

Per il Calciochiese invece arriva una pesante sconfitta nella Bassa Atesina: la Strada del Vino supera per 3-2 i chiesani, avvicinandoli sensibilmente in classifica. Si complica quindi la strada per la salvezza, che al momento non è comunque pregiudicata; sarà d'obbligo attendere ciò che faranno le compagini trentine in Serie D, le quali, non salvandosi, darebbero vita ad una serie di retrocessioni a catena. In vantaggio due volte con Zaninelli e Grassi, il team di Pellizzari si è fatto rimontare con Vasile e Barbetti, per poi subire il gol della definitiva sconfitta ad opera di Fabris. La squadra di Storo si trova dunque appaiata all'Arco in quartultima posizione con 29 punti, a più quattro dalla coppia composta per l'appunto da Strada del Vino e Appiano. Non è stata dunque una giornata felice-dal punto di vista prettamente calcistico-per il paese di Storo, che ha dovuto registrare, oltre al ko della sua squadra più giovane, l'amara retrocessione della Settaurense.

In Promozione, infatti, non è bastato ai biancoverdi battere la Ravinense: il contemporaneo pareggio fra Rotaliana e Garibaldina ha condannato la squadra di Nicola Giovanelli al ritorno in Prima Categoria. Non si sono rivelati fondamentali i gol di Corradi, Dario Giovanelli e Rosa (Pedrotti in rete per gli ospiti); alla storica compagine chiesana sono mancate la grinta e la continuità necessarie per mantenere la categoria. Se a Storo si piangeva, pochi chilometri più a nord l'umore era ben diverso: la Condinese, sul terreno amico ha infatti superato per 3-2 la Virtus Trento, rimanendo a -4 dal secondo posto. Partita nel segno dei fratelli Usardi, entrambi a segno, Manuel con una rete e Marco con una pregevole doppietta. Baldessari e Grassi hanno addolcito la pillola per i trentini, che si godono la loro tranquilla posizione di metà classifica.

In Prima Categoria i fari erano puntati sulla zona salvezza, visto che i primi tre posti sono ormai appannaggio di Cavedine Lasino, Monte Baldo e Baone. La compagine della Val dei Laghi ha battuto 4-1 la Virtus Giudicariese ed è con un piede e mezzo in Promozione; Ajdarovski, la doppietta di Alessandro Lever e Molinari hanno fatto gioire i biancoverdi, mentre il solo Lorenzo Azzolini è riuscito a gonfiare la rete per i padroni di casa, di scena a Ponte Arche per il rifacimento degli spogliatoi del campo di Preore.

Si complica la situazione in chiave salvezza per i rossoblu, che vengono raggiunti al quartultimo posto dal Calcio Bleggio a quota 25. Bleggiani che ieri hanno superato il fanalino di coda Valrendena; fiera del gol a Cavrasto, con gli ospiti portatisi sull'1-3 (la doppietta di Bonenti ed il gol di Lorenzi avevano ribaltato l'iniziale vantaggio firmato Andrea Serafini), per poi subire cinque marcature che hanno fruttato il 6-3 finale (in gol Marco Dalponte e, con una doppietta a testa, Chahizzamane e Cherotti). Virtus e Bleggio si trovano ad un punto di vantaggio sulla terzultima piazza (che vale i playout), occupata attualmente da un'indomita Stivo, capace di rifilare un sonoro 4-0 alla quotata Caffarese (Michelotti, Fratton e doppio Tobaldi). Colpo gobbo infine del Pieve di Bono, che supera per 2-1 in trasferta il Pinzolo Campiglio, grazie alle reti di Filosi (su rigore, esattamente come il gol del momentaneo pareggio di Alessio Buselli) e di Bugna.

Scendendo in Seconda va segnalato il terzo posto raggiunto da una corsara Alta Giudicarie, vincitrice per 2-1 sul campo dell'Isera, superata in classifica proprio dall'undici di Armani, grazie alla doppietta di Federico Valenti, al quale ha tentato di replicare, troppo tardi, Vicenzi. Il Tione blinda il secondo posto alle spalle del lanciatissimo Rovereto (doppio Fazzi, Scremin, Togni, Bevacqua e Festi per il 6-0 della capolista sul Bagolino); la squadra di Marco Ballini rifila un netto 3-0 al Castelcimego, allontanando quasi definitivamente i chiesani dalla zona playoff. A Sesena decisive le reti di Vultaggio, Nicolussi e Sauda. Torna a vincere il Carisolo, che ora mette nel mirino il quintultimo posto: la squadra di Maturi espugna Avio grazie alla zampata di Valcanover nella ripresa. Sconfitte, infine le ultime della classe: il Brenta cade per 3-1 sul campo di San Lorenzo in Banale contro la Limonese (inutile il primo gol in maglia neroverde di Giramonti), il Tre P viene superato per 5-0 dal Vallarsa.