Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Sab09232017

Last update07:19:35 AM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

Dopo un ritorno super, la juniores del Calciochiese si gioca la Coppa Regione

Juniores calciochiese

Merita più di un applauso la juniores del Calciochiese, che ha terminato al settimo posto il campionato élite, ovvero la massima divisione provinciale dominata dal Mori Santo Stefano. Da sottolineare è in particolare la crescita dei ragazzi di mister Edoardo Baratella, che dopo qualche difficoltà nel girone d'andata, chiuso con 12 punti all'attivo, nel nuovo anno ha cambiato marcia: 10 le partite vinte - a fronte di due pareggi e tre sconfitte - nel girone di ritorno dai giovani biancazzurri, pronti ora a giocarsi la Coppa Regione. Il primo turno della manifestazione vede sfide incrociate tra le compagini che hanno chiuso i campionati del Trentino e dell'Alto Adige dal secondo al nono posto: ecco quindi che per i chiesani si profila all'orizzonte la lunga trasferta di Naturno, con il calcio d'inizio in Val Venosta previsto alle 18.30.
Mister Baratella, come si spiega un cambio di ritmo così netto?
"Nella prima fase del campionato abbiamo patito il cambio di categoria: dal girone provinciale a quello élite cambiano davvero tante cose. Inoltre gli allenamenti estivi hanno risentito degli impegni lavorativi di alcuni ragazzi e di assenze per altri motivi, quindi ci è voluto un po' per ingranare".

Questa formazione può garantire in futuro un ricambio alla prima squadra biancazzurra?
"Certamente ci sono alcuni elementi che possono ambire al salto, d'altronde il primo obiettivo della juniores è proprio quello di preparare i ragazzi alle prime squadre. Si sa, però, che conta molto la mentalità, senza contare gli aspetti legati a possibili trasferimenti per gli studi che potrebbero incidere".

Quale l'obiettivo per la Coppa Regione?
"Arrivati qui, ce la giocheremo fino in fondo. Non conosciamo il Naturno, ho visto che hanno subito pochi gol, ma pure noi in difesa siamo migliorati molto, tanto che sulle 57 reti incassate, 20 sono da attribuire ai quattro match con Trento e Mori. La nostra retroguardia è quindi compatta: una menziona se la merita il promettente portiere Mattia Marcenzi, l'unico ragazzo che in campionato ha giocato 30 partite su 30".

Il primo turno della Coppa Regione

Trento – San Giorgio
Primiero – Voran Leifers
Aquila Trento – Virtus Bolzano
Comano Terme Fiavé – Terlano

Bozner – Sacco San Giorgio
Maia Alta – Cavedine Lasino
Naturno – Calciochiese
Brixen – ViPo Trento