Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Mer11222017

Last update05:54:48 PM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

Il Calcio Bleggio fa suo un emozionante derby (4-2). La giornata calcistica

Maestri e Poletti

È agrodolce il sapore della giornata di campionato andata in archivio, la penultima per quanto riguarda Promozione e Prima Categoria e la terzultima per quanto concerne invece il girone di Seconda Categoria che vede impegnate le compagini valligiane. Conclusa l'Eccellenza, dove Comano Terme Fiavè e Calciochiese si sono salvati più (i gialloneri) o meno (i biancazzurri) agevolmente, la nota più amara arriva sicuramente dal massimo campionato provinciale, dove la Condinese viene sconfitta con un perentorio 4-2 dalla Rotaliana e dice addio alle residue speranze di agguantare il secondo posto, che avrebbe garantito l'accesso allo spareggio con la pari classificata altoatesina per ottenere un pass per l'Eccellenza (in caso di salvezza del Levico in serie D, beninteso).
La sconfitta, maturata grazie alla doppietta di Della Valle e alle reti di Zentil e Sebastiani (su rigore), intervallate dalla momentanea rimonta canarina firmata Finales-Pierpaolo Donati, consegna di fatto alla Benacense la piazza d'onore alle spalle dell'Anaune, anche se il Mori Santo Stefano ripone la speranza nell'aritmetica, essendo staccato di tre lunghezze (49 contro 52). I tricolori hanno battuto la Ravinense per 3-1, permettendo quindi alla Settaurense di superare la compagine biancazzurra grazie ai tre punti incamerati ieri a tavolino. L'undici di Giovanelli, che non ha giocato a causa dell'ormai noto ritiro del Mezzocorona, si è portato a 24 punti, lasciando alla squadra di Ravina il penultimo posto, a quota 22 (davanti ovviamente al sodalizio rotaliano-lagarino).

Decisamente più emozionante la sfida al vertice in Prima Categoria: la Monte Baldo, capolista per una settimana, si fa superare dalla Caffarese (2-1, grazie alla doppietta di Fusi e al gol di Canali) e rimane a quota 46; non ne approfitta, dal canto suo, il Cavedine Lasino, che aggancia sì la squadra di Tranquillini, ma racimolando solo un pareggio sul campo del Valrendena (1-1 targato Collarci-Bonenti). I biancoverdi hanno dunque onorato il campionato fino in fondo, vogliosi di portare gli ultimi punti della storia calcistica per quanto concerne il sodalizio di Spiazzo, prossimo alla fusione con il Pinzolo Campiglio (che ieri ha impattato 1-1 con la Ledrense, in rete Silvestri e Caola).

Dei rallentamenti delle prime due della classe ne ha approfittato la Baone, che supera per 3-1 (Foued-Tamoni-Betta, con gol della bandiera di Rubes) la Virtus Giudicariese e si porta a meno tre dalla coppia di testa. Ben sei reti, infine, tra Pieve di Bono e Calcio Bleggio (vedi le foto della partita): a Creto i bleggiani si impongono per 4-2 (doppio Chahizzamane, Cherotti e rigore di Marco Dalponte, intervallati dai centri di Maestri e Poletti, nella foto) e dicono addio al terzultimo posto che avrebbe costretto la squadra del presidente Salizzoni ad affrontare il fastidioso, anche se inutile, triangolare con le pari classificate degli altri gironi.

Giornata importante anche per quanto riguarda la Seconda Categoria: il Rovereto-laureatosi campione sabato scorso-supera in rimonta per 4-3 l'Isera facendo un favore indiretto al Tione. I rossoblù superano infatti il Brenta con il minimo scarto e si portano a più nove sui biancorossi lagarini, in attesa del big match tra le due squadre a Sesena domenica prossima. Se il Tione incrementerà il vantaggio sarà promosso direttamente in Prima Categoria, visto che qualora la distanza tra seconda e terza classificata sia superiore a sette punti, i playoff non verrebbero disputati. La squadra di Ballini ha fatto fatica ad espugnare Promeghin, con un Brenta ottimamente disposto in campo per oltre settanta minuti. Nel finale però i rossoblu hanno aumentato i giri del motore e grazie al maggior tasso tecnico ed alla zampata di Benedetti sono riusciti a portare a casa l'1-0.

Pareggia l'Alta Giudicarie (1-1 con il Vallarsa, firmato Donadeo e Alberto Molinari), ma rimane virtualmente ancorata al treno-spareggi, se verranno effettuati. Segno X anche per il Castelcimego (2-2 con il Lizzana, reti locali di Pasi e Romano, che hanno rimontato il doppio vantaggio firmato Dellagiacoma-Tasini), che si installa a metà classifica dopo un girone di ritorno da dimenticare. Binelli e Cunaccia regalano al Carisolo il derby contro la Tre P Valrendena, che si aggiudica anche quest'anno il cucchiaio di legno dell'ultima in classifica. Sconfitta infine per i bresciani del Bagolino (0-4 casalingo contro il Guaita timbrato dal bis di Avancini, Chistè e Pederzolli).

18424237 730901787084657 1240845520118161267 n 

18425329 730901860417983 1098930595980050748 n 

18485566 730901947084641 8973856683680273948 n 

18485676 730902057084630 5659999662590623904 n 

18486113 730901923751310 5314348533123441048 n