Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Sab09222018

Last update04:48:25 PM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

Calcio Giudicariese, momento d'oro per Tione, Castelcimego e Calciochiese. Condinese in caduta libera. Il punto di Francesco Brunelli

sardiscomichael1
Prosegue il momento positivo per il calcio giudicariese, con Calciochiese (terzo in Eccellenza), Tione e Castelcimego (primi nei rispettivi gironi di Prima e Seconda Categoria) a fare la parte del leone. Ma accanto a loro vanno citate il Comano Fiavè, che trova una roboante vittoria per risollevarsi, la Caffarese e il Calcio Bleggio che completano il podio di Prima Categoria. Domenica nerissima in casa Condinese, precipitata all'ultimo posto in Promozione. Ma andiamo con ordine.



In Eccellenza, come detto, en-plein delle squadre locali, con due vittorie diverse dal punto di vista del risultato, ma ugualmente importanti per le loro conseguenze. Continua a volare il Calciochiese, che con una rete del giovanissimo Sardisco a dieci minuti dalla fine, espugna il campo del San Paolo e si issa al quarto posto, a meno uno proprio dagli altoatesini. Gli storesi non perdono da due mesi e mezzo e hanno tutta l'intenzione di proseguire questo trend, come dimostrato ieri. Roboante successo del Comano Terme Fiavè, giunto in casa contro il Termeno. I gialloneri stazionano a metà classifica (17 punti), assieme alla coppia altogardesana composta da Arco e Benacense. Frötscher in avvio fa vedere le streghe a Celia, ma poi i suoi ragazzi ribaltano il match con Federico Lorenzi, Ciurletti su rigore, Poletti ed il baby Nicolini. 4-1 il risultato di Ponte Arche, avvalorato dall'emergenza in cui versava la retroguardia giallonera, anche se quest'anno non è una novità.

In Promozione si conferma il momentaccio della Condinese, a cui non è evidentemente servito il cambio di panchina: netta sconfitta per 4-0 sul campo della ViPo Trento, firmato Omodei, Tessaro (doppietta) e Pellegrini. Numerosi impietosi per i canarini: 2 vittorie, 3 pareggi e ben 8 sconfitte, con 16 gol fatti e 26 subiti. C'è di buono che davanti le dirette concorrenti non corrono, anzi, tutt'altro: Porfido Albiano e Monte Baldo sono lontane solamente un punto, Pergine tre, Cavedine Lasino quattro. La situazione è quindi recuperabile, ma è necessario cambiare registro.

Scendendo in Prima (Girone A), centra la Decima il Tione, laureatosi campione d'inverno con due turni d'anticipo. Niente da fare per il Cristo Re, arresosi in casa per 4-1, con gol della bandiera di Ghirardello. Per i rossoblu bis di Sauda e gol di Finales e Nicolussi. Stupisce la facilità con cui i tionesi riescono a trovare la porta (quasi tre gol a partita di media), ma anche come riescano ad essere concentrati dal primo all'ultimo minuto. Questa mentalità, trasmessa dall'ottimo mister Marco Ballini, potrà portare i rossoblu molto lontano. Completano il podio, come detto, altre sue squadre locali, ieri vittoriose. A 22 punti ci sono i gialloverdi della Caffarese, che con un rigore di Giovanelli hanno piegato il Pinzolo Valrendena, a 20 troviamo il Bleggio, che con una tripletta dello scatenato Marco Dalponte ha espugnato il campo dell'Azzurra, rendendo vana la doppietta di Piffer. Se la copertina è - giustamente - appannaggio del Tione, vanno comunque sottolineate le gesta dei bresciani e dei bleggiani, che si stanno facendo onore in un campionato alla vigilia difficilissimo. Si rifanno sotto - comunque - le due favorite ai nastri di partenza, ovvero Ravinense (vittoriosa 3-2 nei confronti del Calisio) e Settaurense, che con due gol in otto minuti siglati da Maestranzi e De Zuani sbriga la pratica Trilacum. L'Invicta Duomo supera per 5-0 il fanalino di coda Mattarello, mente il Pieve di Bono si aggiudica il derby con la Virtus Giudicariese. Frieri porta in vantaggio l'undici di Preore, che però ribalta la situazione nella ripresa con il bis di Filosi, il quale trova i tre punti in pieno recupero.

Giornata da incorniciare in Seconda Categoria (Girone A) per il Castelcimego: approfittando dello scivolone del Molveno nell'anticipo (sconfitta per 1-0 a Limone), i ragazzi di Pellizzari volano a +4 e si confermano al vertice, con i migliori attacco (26 gol, a pari merito con il Guaita) e difesa (appena 5 reti incassate). Gualdi (giocare che con la categoria c'entra ben poco) e Cimarolli permettono agli arancioneri di espugnare Carisolo, dove i locali comunque non demeritano. Per la seconda domenica consecutiva i fratelli Giovanelli (Manuel e Mattia) consegnano i tre punti all'Alta Giudicarie, permettendole di superare il Vallagarina. Crolla nuovamente il Brenta, sconfitto nettamente per 4-0 dal Guaita, issatosi al quarto posto (reti di Hoxha, Chiarani, Avancini e Boninsegna). Lizzana-Bagolino finisce 3-1, il Trambileno espugna Avio per 2-0. Ha riposato il Tre P Valrendena.