Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Sab09222018

Last update04:48:25 PM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

Calcio in Giudicarie: giornata amara per le squadre locali nell'ultima giornata del 2017. Il punto di Francesco Brunelli

 img47372 1

Signori, si chiude. Cala il sipario sul 2017 calcistico e, con l'arrivo della prima neve, saltano diverse partite che hanno visto protagoniste le squadre giudicariesi. Giornata amara, quella di ieri, dove, ad eccezione del Calcio Bleggio, nessuna squadra di zona ha ottenuto tre punti. Una così spaventosa moria di risultati non si ricorda da parecchio tempo, anche perché ha avuto conseguenze nefaste sulla classifica di molte squadre. Che cervello e gambe siano già al 2018? Può darsi, ma un pizzico di impegno in più non sarebbe guastato.

In Eccellenza salta San Giorgio-Calciochiese, rinviata al 28 gennaio, tempo permettendo. Sarebbe stata una sfida affascinante per i biancazzurri, in un ottimo momento di forma, contro una delle migliori del torneo. Si mangia le mani il Comano Terme Fiavè, che in casa non va oltre lo 0-0 con il Naturno, penultima forza del torneo. Pur giocando in 10 contro 11 per oltre un tempo (espulso Caliari al tramonto della prima frazione di gioco), i termali non demeritano e sfiorano più volte il vantaggio, ma per imprecisione o poca fortuna non sfondano. Buona comunque la prima parte di torneo per i ragazzi di Celia, che chiudono a metà classifica dopo un inizio negativo.

In Promozione è notte fonda per la Condinese, fanalino di coda con appena 9 punti. C'è di buono che le dirette concorrenti non volano, anzi: la zona salvezza dista solo 5 punti. 5 punti che, sulla carta sembrano facilmente recuperabili, ma sarà necessario cambiare passo. La Garibaldina si impone per 2-1 (doppio Wegher, con il momentaneo pareggio di El Bouazzaoui, uno dei pochi a salvarsi in questa tremebonda andata) e si stacca dalla zona calda. Non funziona al momento quindi il ritorno in panchina di Saverio Luciani. Ma la situazione è tutt'altro che compromessa.

Sorprese anche in Prima Categoria (Girone A). Dopo un girone praticamente perfetto, cade la capolista Tione. Ma anche questa piccola imperfezione è specchietto dell'ottimo campionato fin qui disputato dai tionesi. Un po' come quel tocco d'artista che sembra attenersi poco al contesto in cui è inserito, ma è affascinante come imperfezione. Un po' come quel 9 che i professori danno a scuola, perché per il 10 bisogna fare tutto giusto. Fatto sta che i 32 punti con cui i rossoblu di Ballini chiudono l'andata sono qualcosa di straordinario. La Ravinense si impone per 2-1 (Vaudagna e Catino replicano a Nicolussi) e si porta a meno sette, tornando quindi a recitare un ruolo da protagonista. Ma tra Tione e Ravinense c'è una squadra che - zitta zitta - è partita in sordina è sta facendo un lavoro encomiabile. È il Calcio Bleggio, che vola a 26 punti a Creto. Netto il 3-0 contro il rinunciatario Pieve di Bono, firmato dal bis di Chahizzamane e dal gol di Fruner. Squadra operaia, umile e grintosa: con queste caratteristiche i bleggiani hanno scalato la classifica e non hanno intenzione di mollare. Crolla la Caffarese che si vede battere dalla Trilacum con i gol di Caldini e Colazzo e lascia le zone nobili, pur tenendole a vista. Si è giocato a Vigolo Baselga per inversione di campo, causa maltempo. Maltempo che ha portato la rinvio di Settaurense-Virtus Giudicariese e Pinzolo Valrendena-Calisio, entrambe al 18 febbraio 2018. 1-1 tra Cristo Re e Mattarello, l'Azzurra supera 2-1 l'Invicta Duomo.

Risultati pesantissimi, con risvolti sulla classifica, per le giudicariesi della Seconda Categoria (Girone A). A partire dalla vetta, dove il Castelcimego cade contro il Guaita (Hoxha, Marchiori e Avancini ribaltano il vantaggio siglato da Bagattini) e si vede agganciare a quota 26 dal Molveno (vittorioso 2-1 ad Avio) e dalla Limonese, che in pochi giorni realizza 13 gol, 6 al Brenta mercoledì e 7 ieri alla Tre P (Tavernini, bis di Frizzi e Defranceschi, Mucaj e Schettino). Clamorosa sconfitta del Brenta, che "corona" il suo pessimo campionato con la sconfitta a Lizzana (bis di Folladori e Parisi, inutile la doppietta di Scolaro su rigore). I neroverdi sono ultimi in solitaria, raggranellando la miseria di 7 punti. Rinviate al 18 febbraio 2018 Alta Giudicarie-Trambileno e Carisolo-Bagolino, ha riposato il Lizzana.