Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Lun10142019

Last update08:01:19 AM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

«Non ci si serve del Papa, ma semmai si serve il servo dei servi di Dio». Il film "Non avere paura, un'amicizia con Papa Wojtyla, il viaggio sull'Adamello di Giovanni Paolo II" celebra Lino Zani e non il Papa

Giorgio Pasotti e Aleksei Guskov  Film RaiUno bter

"Domenica 27 aprile, in occasione della Beatificazione, RaiUno trasmetterà alle ore 21:30 il film-tv "Non avere paura, un'amicizia con Papa Wojtyla", che racconta il rapporto di Giovanni Paolo II con il Trentino. Il film, girato la scorsa estate fra le nevi dell'Adamello e i paesi delle Giudicarie e della Val Rendena, è diretto da Andrea Porporati con un cast internazionale che comprende l'attore russo Aleksei Guskov nel ruolo di Papa Wojtyla, Giorgio Pasotti nei panni di Lino Zani, Claudia Pandolfi che interpreta Angela Tonati, Ugo Dighero, Giuseppe Cederna e con la partecipazione straordinaria di Katia Ricciarelli. Una produzione De Angelis Media, in collaborazione con Rai Fiction, Trentino Turismo e Promozione e Trentino Film Commission». Iniziava così il comunicato stampa inviato dall'ufficio stampa della Pat per annunciare la proiezione del Film di Wojtyla in onda  su Raiuno... Ma che delusione!

Leggi tutto...

Ride la luna ciara... l'irresistibile bellezza dei ricordi

ride la luna ciara sora castel toblin - foto Matteo Ciaghi 

Ride la luna ciara. Come dimenticarla. Non è solo una canzone per me è un piacevolissimo ricordo. Papà alla guida, mamma al posto del navigatore, io e le mie due sorelle sul sedile dietro della Carolina, la Renault 4 bianca che ci portava senza fretta dappertutto. Non c'era viaggio a Trento che non si cantasse la Serenada a Castel Toblino. Io ero piccolo e stavo male in macchina su quella strada tutta a crozi, e tutti in famiglia facevano a gara per farmi cantare, era il nostro travelgum.

Leggi tutto...

Governo Renzi, 16 ministri per cambiare l'Italia. Una speranza comune, una certezza di pochi

matteo Renzi  governo

C'è chi era deluso prima di sapere la lista dei ministri perchè non aveva capito la scelta di Renzi di non passare da una legittimazione popolare e c'è chi è rimasto deluso dopo aver conosciuto la lista dei ministri perchè non trova quegli elementi di novità sperati. C'è chi era contento prima perchè il fine giustifica i mezzi, e c'è chi è contento adesso perchè si è formato un governo che promette cambiamenti e riforme ed ha l'ambizione di durare fino al 2018.

Leggi tutto...

20 gennaio: Renzi, «Palazzo Chigi, no, no,no...». 17 febbraio: Matteo, «Accetto l'incarico di formare un nuovo governo». Se vogliono guidare l'Italia, che Matteo e Renzi si mettano d'accordo ...

matteo Renzi - giudicarie.com

Fiumi di parole... cantavano i Jalisse vincendo a Sanremo nel 1997... È febbraio, il periodo è quello buono, Sanremo è alle porte, ma dal "salvatore della patria", dall'"uomo nuovo", ci saremmo aspettati qualcosa di più di parole vacue.  "Mai più larghe intese e via subito alla riforma della giustizia". "Io contro Letta? Una barzelletta ma lui faccia contenti gli italiani, non solo il Pdl". "Con me segretario del Pd Letta sarà più forte". "Enrico stai sereno, nessuno vuole il tuo posto"; "Letta può arrivare fino al 2018, ma facciamo subito legge elettorale". "Palazzo Chigi no, no, no". «Solo passando dal voto popolare». A dire queste cose, con la massima convinzione e determinazione, Matteo Renzi, ora a RaiUno, ora al Corriere della Sera, ora a La7 come al Giornale...

Leggi tutto...

«Finché c'è il PD c'è speranza...»... Parola di Berlusconi. Da D'Alema a Renzi nel segno della continuità

Il ritratto di Dorian Gray da il Manifesto

C'è chi come Mauro Biani per il Manifesto (immagine a fianco tratta dalla pagina facebook) lo ha raccontato con il "ritratto di Dorian Gray" chi come "un piccolo grande amore", chi come una partita a scacchi...

«Finché c'è il PD c'è speranza...». L'incontro con Matteo Renzi, lo avrebbe raccontato così, secondo i ben informati, nientemeno che Silvio Berlusconi. Un incontro che ridà legittimazione ad un pregiudicato e allo stesso tempo mette in sobbuglio la sinistra ed il governo Letta.

Leggi tutto...