Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Sab12152018

Last update09:43:50 PM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

Pieve di Bono, trovato un gestore per Casa Arlecchino

Casa 

La "Casa Arlecchino" di Pieve di Bono-Prezzo, la cui destinazione sarà "casa per ferie", ha finalmente trovato un gestore. È questo il responso del bando di gara proposto dall'amministrazione comunale.

La tanto attesa notizia è quindi arrivata. Un risultato fortemente voluto dopo la ristrutturazione avvenuta negli anni scorsi. Nei mesi scorsi c'era stata la trasformazione da ostello, destinazione inizialmente pensata dall'amministrazione comunale, a "casa per ferie". Tale cambio di destinazione d'uso era stata richiesta dalla stessa amministrazione comunale ed approvata dalla Provincia Autonoma di Trento a fine dello scorso anno seguita poi dalla delibera della Giunta Comunale n. 2 del 12/01/2018.

Il bando di gara appositamente preparato ha visto la sua conclusione con l'assegnazione alla società cooperativa di Tione di Trento "Terre Comuni" rappresentata da Ilaria Salvaterra. La concessione ha durata 5 anni e potrà essere prorogata per ulteriori 5 anni.

L'amministrazione comunale, per agevolare l'attivazione di questa nuova attività, in assenza di avviamento e tenuto conto dei costi iniziali a carico del concessionario, nel bando di gara ha inserito un canone per i primi anni di gestione particolarmente agevolato.

La base d'asta partiva infatti dai 4.000 euro annui per il primo anno, 5.000 euro per i successivi tre anni per poi raggiungere i 10.000 euro annui a partire dal quinto anno di gestione.

La società cooperativa "Terre Comuni", unico soggetto ad aver presentato l'offerta, ha quindi proposto il rialzo percentuale del 41,125 % aggiudicandosi così la gestione con il canone annuo di € 5'645,00 per il primo anno, di € 7'056,25 per il secondo, terzo e quarto anno di gestione, e di € 14'112,50 a partire dal quinto anno.

«Adesso – commenta l'amministrazione comunale - superato questo fondamentale passaggio burocratico, il nostro auspicio è che, con l'impegno e l'attività dei gestori, che già vantano pluriennale esperienza nel settore, Casa Arlecchino possa rappresentare finalmente l'importante ruolo di struttura di riferimento per enti, scuole, operatori e associazioni nello sviluppo turistico della conca pievana e dell'intera Valle del Chiese.»