Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Sab09222018

Last update04:48:25 PM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

Il gigante di Por ritorna in Umbria. Per Roberto Festi un dolce ritorno a casa

roberto-festi-800x500 

Roberto Festi torna a Spoleto. Il centralone nativo di Trento, grande protagonista della stagione 2016/2017 in maglia olearia, torna a vestirsi di gialloblu dopo la parentesi della passata stagione a Tuscania. Fisico imponente e sguardo da buono, questo ragazzone di 24 anni ci aveva messo pochissimo tempo ad entrare nel cuore dei tifosi spoletini, che non vedono l'ora di riaccoglierlo come, scrive la società sul proprio sito web, "uno di noi". Questo il coro che ha accompagnato Roberto ogni qual volta, da Tuscania, ha raggiunto il Palarota per assistere alle gare della Monini nella stagione appena trascorsa.
Attualmente Roberto è a Por, frazione del Comune di Pieve dI Bono-Prezzo, dove ha da poco concluso lo stage di allenamenti agli ordini di coach Angelo Lorenzetti dedicato ai giovani di proprietà del Trentino Volley. "Non mi fermo mai, neanche in estate – racconta – questi allenamenti con Lorenzetti sono utilissimi, un allenatore capace ed esperto come lui sa sempre cosa dire per spronarti a migliorare. E ora che ho finito con lui mi tengo in allenamento con la corsa o con una seduta in sala pesi".
Si entra in argomento Monini Marconi, e Roberto appare raggiante per l'opportunità avuta: "Non ci ho pensato due volte ad accettare la proposta di Spoleto, ho trascorso un'annata meravigliosa in Umbria sia sotto il profilo dei risultati in campo che come qualità della vita. Spoleto è un posto di cui mi sono innamorato subito e dove tornerò a vivere con enorme piacere. Ritroverò tanti compagni che ho già sentito al telefono e che mi hanno parlato benissimo di Luca Monti e del suo staff, non vedo l'ora di iniziare a lavorare con lui per migliorare ancora".
Nella stagione trascorsa a Tuscania, Festi ha dato un grande contributo al raggiungimento dei playoff viaggiando ad oltre 5 punti (e positività ben al di sopra del 50%) e due muri di media a partita. Tra le frecce al suo arco c'è anche un insidiosissimo servizio flottante, spesso messo in mostra anche in maglia Monini Marconi.
Oltre ad essere un ottimo giocatore, uno dei migliori interpreti del ruolo in A2, Roberto Festi è un ragazzo dalle spiccate qualità umane, umile e gran lavoratore. L'ideale, scrive infine la società spoletina sul proprio sito web, per il progetto di coach Luca Monti che ha già sentito telefonicamente il suo nuovo centrale per conoscerlo e dargli l'appuntamento per la seconda metà di agosto, quando scatterà la preparazione pre-campionato.