Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Gio09202018

Last update12:01:31 AM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

Giada Sundas si racconta: Le mamme ribelli non hanno paura. A Condino venerdì 2 febbraio

Sundas foto 2
Il primo dei tre incontri, intitolati i "Venerdì d'Autore" ed organizzati dalla Biblioteca del Comune di Borgo Chiese che si terranno per tre venerdì di seguito a partire dalle 20,45 nella bella Sala consiliare del Municipio a Condino tra il 2 e il 16 febbraio, avrà per protagonista la scrittrice Giada Sundas.
Venerdì 2 febbraio la giovane autrice ventiquattrenne presenterà infatti il suo nuovo libro intitolato "Le Mamme Ribelli non hanno paura", pubblicato da Garzanti nel maggio scorso, libro che come racconta la presentazione, tratta del "mestiere di madre che si fa ogni giorno... per cui non esistono regole, leggi o dogmi imprescindibili. Le risposte sono dentro ogni madre e l'imperfezione è l'unica realtà, sono lì nel profondo dovere risiede l'istinto".
Una testimonianza resa senza veli e molto humor su ciò che più profondamente tocca l'animo di una donna quando si appresta a far crescere una vita dentro e accanto a sé (esemplare è il passaggio del momento in cui assieme al compagno in prossimità del parto si chiede come si fa a fare i genitori e rispondendosi: "Improvviseremo. Da piccola montavo le sorprese Kinder senza guardare le istruzioni").
La parabola di vita descritta da Sundas nel suo romanzo autobiografico "Le Mamme Ribelli non hanno paura" in realtà parte da molto prima, dal momento in cui Giada scopre di essere incinta, per arrivare molto dopo, al secondo anno della sua piccola Mya, raccontando come gravidanza e ancor più maternità cambiano la vita in ogni senso.
È il suo grande senso dell'umorismo che le fa superare tutte le ansie che si abbattono su di lei. Lo stesso che mette nel raccontare tutte le vicende e le emozioni di vissute in quegli anni: "Avevo paura di romperti. Quando ti spostavo, ti prendevo in braccio o ti cambiavo il pannolino, ero impacciata e esageratamente cauta. Vorrei davvero capire per quale motivo i neonati vengono al mondo con questo collo mal strutturato in proporzione alla testa, basta distrarsi un attimo e quella comincia a penzolare come il battacchio di una campana".
Tutto questo e molto altro ancora è il nuovo romanzo autobiografico di Giada Sundas "Le mamme ribelli non hanno paura", un libro che fa emozionare e ridere allo steso tempo, nato dal racconto degli stessi accadimenti, senza peli sulla lingua, fatto da Giada Sundas inizialmente su una pagina Facebook e quindi trasferiti su carta dall'editore Garzanti nello scorso mese di maggio.
Pagina che oramai ha superato i diciottomila follower. Ora Sundas collabora anche con il blog Leostickers, partecipazione che ha ulteriormente ampliato il pubblico che la segue.
Venerdì 2 febbraio Giada Sundas verrà a raccontare se stessa e la sua vicenda a quanti, tra mamme, nonne, ma anche papà e amici, vorranno ascoltarla, nella convinzione che parlerà di cose che ognuno a modo proprio ha vissuto o sta vivendo.
La popolazione è caldamente invitata a partecipare.