Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Sab11172018

Last update11:39:14 AM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

Vento in poppa per il Gran Carnevale di Storo giunto alla sua 51esima edizione

Il Carro  Pozzo dei desideri  è i 1

Per il Gran Carnevale di Storo si preannuncia una nuova edizione con il vento in poppa. L'evento della Valle del Chiese è in programma quest'anno per la 51.a volta dall'8 al 17 febbraio prossimi. Saranno i bambini delle scuole d'infanzia e delle elementari ad aprire il Gran Carnevale di Storo 2018, il tradizionale appuntamento carnascialesco della Valle del Chiese divenuto in mezzo secolo il più grande e storico del Trentino e, parallelamente, anche il più grande in Europa riservato ai carri statici. Quelli costruiti ogni anno dalle decine di volontari, anima del Comitato organizzatore, sono infatti talmente grandi da impedirne il passaggio nelle vie del centro storico di Storo. Per questo la Pro Loco di StoroM2 ha deciso di posizionarli in un circuito allestito alla periferia della borgata dove è il pubblico a sfilare per godersi lo spettacolo proposto da venti gigantesche macchine, animate da nientemeno che 1.000 figuranti. Il programma spazia da giovedì 8 a sabato 17 febbraio. INFO: www.visitchiese.it e www.prolocostorom2.it
In tema di primati e quindi di numeri certamente insoliti, se non unici, il primo riguarda l'appuntamento di apertura del 51. Gran carnevale di Storo: alla sfilata di giovedì 8 febbraio nel centro storico di Storo parteciperanno ben 499 bambini accompagnati da sessanta adulti (maestre e personale di appoggio) delle scuole dell'infanzia e delle elementari locali e di Bondone. Un divertente serpentone, unico in trentino, capace di animare le vie centrali della borgata vicino al lago d'Idro nata due anni fa e che - spiega Diego Coser, presidente della Scuola d'Infanzia di Storo - è oggi inserita ufficialmente nel programma didattico delle scuole di Storo e Bondone.
E certamente insolito per le sue dimensioni è anche libro dedicato alla storia dei primi 50 anni del Carnevale che dal 1967 attira migliaia di curiosi in quest'angolo della Valle del Chiese. Sarà l'Auditorium dell'Oratorio ad ospitare la sera di mercoledì 7 (ore 20) la presentazione ufficiale di quello che è già stato definito il tomo dell'allegria per le sue 480 pagine e la bellezza di 1.400 foto. In gran parte frutto del contributo di Juri Corradi e Gerardo Sai ma anche della generosità delle famiglie di Storo che hanno fornito al Comitato di redazione un piccolo tesoro di immagini. Uno spaccato delle vicende sociali della borgata poi servito a Giuliano Beltrami per realizzare il filo conduttore narrativo di questa maestosa opera sostenuta dalla Regione Trentino - Alto Adige|Suedtirol, dall'assessorato alla Cultura della Provincia autonoma di Trento con l'assessore Tiziano Mellarini, dal Comune di Storo, dal Bim, dalla Comunità di Valle, dal Cedis e dalla Cassa Rurale Giudicarie Valsabbia Paganella.
Il tomo è frutto della caparbietà della Pro Loco di Storo M2 e del suo presidente Nicola Zontini, con Beatrice Mezzi a rivestire i panni dell'insostituibile tessitrice, stavolta non della tela quanto del lavoro di raccolta della documentazione che punta a fissare anche per il futuro quel momento degli ultimi 50 anni dedicato all'allegria e al divertimento fanciullesco perché, come dicevano i latini, Semel in anno licet insanire. E chi dal 1967 ha avuto la fortuna di assistere da spettatore alla manifestazione lo sa benissimo.
E certamente anche la 51.a edizione non sarà da meno. Il programma 2018 propone come secondo momento ufficiale la sfilata in centro a Storo di domenica 11 febbraio dedicata ai giovani che si concluderà a StoroE20 con l'aperitivo serale a cui seguirà la festa dedicata alla musica latino-americana. In tema di musica e spettacolo il momento clou, di fatto la festa di apertura, sarà invece quello di sabato 10 febbraio quando StoroE20 ospiterà l'esibizione di Angemi ed anche una serie di altri ospiti legati alla musica degli anni '90.
"A chiudere il Gran Carnevale 2018 saranno i due attesi appuntamenti con i carri - spiega Nicola Zontini -: di martedì 13 con la prima sfilata statica che vedrà la presenza di una decina di carri in lizza per Trofeo Mati Quadrati e quello finale di sabato17 febbraio che va oltre il tradizionale traguardo del Mercoledì delle Ceneri. Ed è questo un "ulteriore primato" che ci contraddistingue. Anche sabato sera ci sarà la premiazione del miglior carro cui sarà assegnato il Trofeo Gran Carnevale di Storo. Tutte le serate (sabato10, domenica 11, martedì 13 e sabato 17 - ndr) saranno ospitate a Storo E20 con inizio alle 21 mentre tutte le sfilate (giovedì 8, domenica 11, martedì 13 e sabato 17 - ndr) inizieranno alle ore 14.00. La presentazione del nostro libero è invece prevista mercoledì 7 febbraio all'auditorium dell'Oratorio a Storo con inizio alle ore 20.00". Insomma, il divertimento in Valle del Chiese anche quest'anno è servito.

DSC 5786 preview 

DSC 5289 preview 

DSC 5793 preview