Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Mer08162017

Last update05:26:05 PM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

Il nuovo polo Turistico Valle del Chiese è realtà. Sotto la guida Valenti si concretizza il progetto caldeggiato dal Bim e dai comuni

Foto-Massimo-ValentiSi è chiusa con l'applauso alla relazione del presidente Massimo Valenti e con l'approvazione all'unanimità dei bilanci consuntivi 2016 (avanzo di gestione di circa 5.000 euro) e di previsione 2017 (pareggia sulla cifra di 506mila euro), l'assemblea dei soci del Consorzio Turistico del Chiese che lunedì sera ha anche approvato l'accorpamento dell'ex Ecomuseo Valle del Chiese. Una azione, quest'ultima, caldeggiata dal Bim e dalla Conferenza dei Sindaci dopo le novità in materia introdotte dalla Provincia. "Un'operazione conclusa in due mesi – ha detto Severino Papaleoni, presidente Bim - esattamente nei tempo che ci eravamo prefissato con il Consorzio e il suo presidente Valenti. Al Consorzio si lavora" ha aggiunto rivolgendosi all'assemblea rappresentativa degli imprenditori, delle Pro Loco e dei Comuni di valle, presenti tra gli altri i sindaci Claudio Pucci di Borgo Chiese e Franco Bazzoli di Sella Giudicarie, il vicepresidente del Bim Luca Mezzi e l'ex presidente dell'Ecomuseo Maddalena Pellizzari.
"Con oggi si chiude un triennio che ci ha visti impegnati in diversi campi, un periodo che ci ha riservato delle sfide importanti ma anche molte soddisfazioni - ha detto Massimo Valenti, presidente del Consorzio Turistico -. Il 2016 è stato positivo: la stagione estiva ha registrato un segno più in termini di arrivi e presenze, con una sempre più importante destagionalizzazione in autunno spinta dalle importanti manifestazioni focalizzate sul mondo rurale e sulla gastronomi. E abbiamo creato importanti sinergie con Trentino marketing e con la Comunità di valle, portando un importante contributori idee sia alla nascita di Trentino Food Festival sia alla stesura del programma di promozione Giudicarie 2020, oggi diventa riferimento in campo provinciale. Un progetto importante capace di proiettarci in appuntamenti televisivi di punta, sui media nazionali e di moltiplicare le azioni di promozione da noi svolte sul mondo web".
Tra le iniziative citate i ritiri di Calcio con Pisa ed Hellas Verona, i giovani del Bayern, ma anche la collaborazione con l'Adac (Aci tedesco), la promozione dei Mercatini di Natale e degli eventi legati all'Avvento, del Festival della Polenta, del Carnevale di Storo, delle attività di bouldering in val di Daone con Gramitico, Mondo Contadino a Roncone, la Desmalgada, Albe in malga e la collaborazione con Parco naturale Adamello – Brenta, la presenza su media prestigiosi internazionali primo fra tutti la rivista tedesca Geo.
"L'attività del Consorzio Turistico abbraccia l'intera Valle del Chiese, compresi i laghi in linea con i progetti di Trentino marketing - ha aggiunto Valenti - e punta a promuovere un territorio come un unicum, cercando di valorizzarlo, ad iniziare dal branding, dal rimarcare in ogni singola iniziativa il nome della località, la Valle del Chiese e il Trentino. Il vasto programma del Consorzio - al quale ora si aggiungerà anche una parte culturale - è sicuramente una nostra peculiarità: a proposito non possiamo che ringraziare il BIM del Chiese, le Pro Loco e le amministrazioni comunali per la loro preziosa collaborazione che in questi anni ci ha fatto fare veramente la differenza rispetto ad altri territori".
Il 2017 si presenta come un anno cruciale sotto molti punti di vista, ha aggiunto Valenti "con molti progetti determinanti per il futuro turistico della nostra valle: su tutti cito quelli della MTB (che porterà nei prossimi giorni a poter proporre ufficialmente agli appassionati italiani e stranieri una decina di tracciati di grande attrattività turistica, prima tranche di un progetto triennale ben più articolato), di Trentino Fishing con la nascita di una prodotto turistico ad hoc che porterà il Chiese e i suoi laghetti a poter competere con le destinazioni top a livello internazionale del trekking che vedrà la luce nel 2018 e naturalmente più in generale di tutte le attività outdoor legate alla nostra specificità, all'ambiente e alla natura che sono il nostro tesoro. Ma quest'anno diviene cruciale anche per un secondo motivo legato all'accorpamento dell'Ecomuseo Valle del Chiese nella struttura del Consorzio Turistico. In conseguenza a ciò avremo una sola entità e un'unica sede in cui si potrà trovare accoglienza, informazione e supporto su tutto che si propone in Valle del Chiese indipendentemente che siano attività rivolte al turista o al residente. Unica sarà anche la cabina di regia, che spazierà dal turismo - pur sempre nucleo fondamentale - alla cultura e alla didattica. Si tratta senz'altro di un passaggio delicato, importante e oserei dire anche storico, ma sono ottimista: questa unione di forze qualificherà ancor più la nostra proposta turistica a beneficio di tutti. Ebbene, di fronte a queste nuove e maggiori responsabilità che il Consorzio Turistico ha scelto di assumere, non posso che chiedere a voi tutti partner piena collaborazione e fiducia. Insieme, unendo le forze e agendo con criterio potremo veramente ottenere il meglio per la nostra Valle del Chiese".
L'assemblea ha quindi votato all'unanimità la proroga delle attuali cariche per un anno proprio per consentire di completare il percorso di accorpamento.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna