Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Mer09192018

Last update04:26:29 PM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

Brione, il negozio della Famiglia cooperativa va sostenuto. Presentato alla popolazione il Progetto di rinnovamento e valorizzazione del punto vendita

Il sindaco di Borgo Chiese Claudio Pucci e il Presidente della Famiglia Cooperativa Valle del Chiese  Michele Pernisi 2 1

Nella serata di giovedì 1 febbraio l'amministrazione del Comune di Borgo Chiese, nella persona del sindaco Claudio Pucci e dell'assessore al welfare e referente per la comunità di Brione Cristina Faccini, ha incontrato la popolazione assieme al Presidente della Famiglia Cooperativa Valle del Chiese Michele Pernisi.
Motivo del contendere la condivisione del nuovo progetto di rinnovamento e implementazione del punto vendita della Famiglia Cooperativa Vall del Chiese situato a Brione.
Progetto che si attuerà grazie all'accordo siglato nei giorni scorsi da Consorzio dei Comuni e Federazione Trentina della Cooperazione proprio per affrontare le difficoltà dei punti vendita delle piccole comunità, che vede anche la collaborazione del Comune di Borgo Chiese, uno dei due primi comuni, assieme al Comune di Stenico, che vi ha immediatamente aderito con l'intento di rilanciare il punto vendita presente nella propria comunità di Brione.
La serata, alla quale ha partecipato un pubblico piuttosto numeroso e attento, è stata aperta dal sindaco Pucci che ha ricordato come nei mesi scorsi amministrazione di Borgo Chiese e Presidente e direttore della Famiglia Cooperativa Valle del Chiese si siano ritrovati a più riprese con l'intento di trovare una soluzione alla debolezza e poca sostenibilità del locale punto vendita.
I due enti sono così venuti a conoscenza dell'intenzione della Federazione delle Cooperative Trentine e del Consorzio dei Comuni di approntare un progetto innovativo proprio per dare una risposta ai problemi dei piccoli punti vendita di montagna, aderendovi immediatamente.
"Occorre conciliare tanti aspetti rispetto ad un punto vendita, l'aspetto economico, che non è secondario, l'aspetto sociale e l'aspetto umano. Noi come amministrazione ci siamo. La Provincia per parte propria ha iniziato a pensare di mettere qualcosa di nuovo in questi negozi: si è iniziato a parlare di multiservizi, ossia servizi essenziali per poter rimanere sul territorio, servizi che permettono sì a chi fa commercio di poter sopravvivere, ma contemporaneamente alle comunità di rimanere ad abitare in paese e custodire così la sua vita sociale e, in secondo luogo, la cura dell'ambiente locale", ha spiegato il sindaco Claudio Pucci.
Dal canto suo il Presidente della Famiglia Cooperativa Valle del Chiese Michele Pernisi ha affermato che l'ente che presiede intende in generale di cercare di migliorare sempre più la propria risposta alla domanda della spesa quotidiana di vicinato e a anche della settimana, ma che deve tuttavia tenere conto anche dell'economicità dei punti vendita.
Inizialmente si era anche pensato, ha specificato, ad un servizio giornaliero di recapito a Brione delle merci tramite un furgone, da farsi su ordinazione; tuttavia sia l'amministrazione comunale di Borgo Chiese sia la Famiglia Cooperativa, hanno escluso questa eventualità perché si trattava di una scelta che toglieva la possibilità di fare del punto vendita un punto di aggregazione sociale per il paese.
Al contrario si è deciso di andare al rifacimento del negozio in modo che possa diventare più moderno e accogliente (intervento che il comune di Borgo Chiese, assieme agli enti provinciali e alla Federazione delle Cooperative Trentine si impegna a finanziare), negozio che la Famiglia Cooperativa intende anche rilanciare attraverso un'offerta possibilmente sempre migliore.
Non solo, ma Consorzio dei Comuni, Federazione delle Cooperative e Comune hanno deciso ancora di predisporre il punto vendita di una postazione informatica in grado di far arrivare in tempo reale richieste di merci, documenti ufficiali, medicinali, pubblicazioni, libri in prestito dalla locale biblioteca, che il giorno seguente saranno fatti pervenire in busta chiusa presso il negozio a Brione.
Ciò che si richiede alla popolazione locale hanno ribadito concludendo il sindaco Pucci e l'assessore Cristina Faccini, assieme a Michele Pernisi, è di rimanere fidelizzati al negozio di Brione in modo che la domanda continui a sostenere l'offerta, suscitando un circolo virtuoso che fa il bene allo stesso tempo sia dei consumatori di Brione sia della locale Famiglia Cooperativa.