Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Mar06182019

Last update10:52:22 PM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

Correre perché scappa la pipì non evita la sanzione... respinto il ricorso presentato da un 50enne bresciano

polizia locale valle del chiese

Nell'aprile del 2015 la polizia locale della Valle del Chiese nella giornaliera attività di controllo fermò una Fiat Croma condotta da un bresciano di 50 anni che superava i limiti di velocità sulla statale del Caffaro prima dei supermercati di Cimego.
La violazione fu accertata col telelaser e la fotografia della violazione veniva immediatamente mostrata al trasgressore a cui fu consegnato anche il verbale di contestazione.
Come spesso capita in questi casi, il cittadino ha proposto ricorso davanti al Giudice di Pace di Tione di Trento per vedersi annullata la sanzione.
La sorpresa però sta nelle motivazioni. Il conducente ha invocato lo stato di necessità dal momento che si stava recando "presso un supermercato della zona" ed aveva "urgentemente bisogno di andare a fare bisogni biologici".
Naturalmente la causa ha fatto il suo corso con le relative udienze e solo il 1 marzo di quest'anno si è conclusa con la sentenza del giudice che ha respinto il ricorso poiché quanto asserito dal ricorrente non è una delle cause di esclusione della responsabilità previste dalla legge.
Al cittadino non resta pertanto che pagare i 169,00 € di sanzione senza benificiare del 30% di sconto inizialmente previsto.
--