Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Gio09212017

Last update07:26:36 AM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel
Un fungo di 2,5 kg in giardino. Il ritrovamento eccezionale a Carisolo

Un fungo di 2,5 kg in giardino. Il ritrovamento eccezionale a Carisolo

«Ritrovamento anomalo nel giardino di casa....finito in padella. ...brava Marica non era un...

Chiude con il segno più il bilancio di Funivie Pinzolo. Positivi anche i dati estivi. Rossi: Un segnale di fiducia per tutto il Trentino

Chiude con il segno più il bilancio di Funivie Pinzolo. Positivi anche i dati estivi. Rossi: Un segnale di fiducia per tutto il Trentino

"È una storia di visione e impegno, di un territorio che sta guardando con fiducia al futuro. È...

Notizie val Rendena

Un caso di Epatite A nella scuola primaria di Carisolo. Vaccinati gli alunni di una classe

epatite-a-virus

 

È di oggi la notizia di un caso di Epatite A contratta da un alunno che frequenta la scuola Primaria di Carisolo.
Un alunno sarebbe stato portato a Trento per accertamenti già da alcuni giorni ma la voce che si trattasse di epatite A si è diffusa oggi quando i bambini di un'intera classe sono stati  sottoposti alla vaccinazione con lo scopo di circoscrivere il caso.
Ieri, appena appurato il caso di epatite A, l'Azienda Sanitaria ha emesso una circolare indirizzata alla scuola con la quale invitava alla vaccinazione i compagni di classe del bambino malato.
«L'Azienda Sanitaria comunica che nella classe della scuola elementare di Carisolo - si legge nella circolare - è stato segnalato una caso di epatite A».

Poi nella circolare rassicurazioni sulla malattia: «L'epatite A è una malattia a decorso quasi sempre benigno cha non ha mai un'evoluzione verso forme croniche di infezione, come invece avviene per altre epatiti virali. Nei bambini la malattia decorre in modo più lieve che nell'adulto e nei più piccoli sono frequenti le forme leggere e addirittura senza sintomatologia. Pur trattandosi di una malattia, di regola, benigna, l'epatite A è diffusa e può trasmettersi ad altre persone già nel periodo di incubazione e prima che la malattia sia manifestata. Quando si verifica un caso in una comunità infantile e scolastica, non si può escludere la possibilità che si verifichino altri casi successivi, anche a distanza di parecchie settimane. La probabilità di trasmissione del virus ad altre persone è alta e nelle comunità frequentate da bambini piccoli (asili nido e scuole materne; in misura minore nelle scuole elementari); talora si verificano piccole epidemie che possono interessare anche i familiari dei bambini che frequentano la collettività infantile.
Se si verifica un caso di epatite A in una scuola elementare è fortemente raccomandata la vaccinazione di tutti i bambini che frequentano la stessa classe e del personale scolastico addetto a quella classe, per interrompere la trasmissione della malattia e prevenire l'insorgenza di un'epidemia nella comunità».

A tale scopo nella missiva  l'invito ad un incontro informativo sull'epatite A e sull'opportunità della vaccinazione. Così oggi alle 13.45 presso il plesso scolastico di Carisolo si è svolto l'incontro formativo al quale sono seguite alle 15 a Tione presso la sede del Centro Servizi Sanitari di Tione le vaccinazioni dei bambini della classe dell'alunno che ha contratto la malattia.  

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna