Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Dom02252018

Last update10:14:22 AM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel
Incidente a s.Antonio di Mavignola, furgone si scontra con un'auto. Un conducente positivo all'alcol test

Incidente a s.Antonio di Mavignola, furgone si scontra con un'auto. Un conducente positivo all'alcol test

Incidente questa mattina alle 7.30 a S.Antonio di Mavignola. Un furgone di uno sci club...

Pinzolo, il consiglio comunale approva il Bilancio. Per il Piano regolatore richiesto un commissario

Pinzolo, il consiglio comunale approva il Bilancio. Per il Piano regolatore richiesto un commissario

Colpo di scena ieri sera in consiglio comunale a Pinzolo. Al termine di una seduta in cui tutti i...

Prima medaglia olimpica a Pinzolo. Cecilia, te la sei proprio meritata!

Prima medaglia olimpica a Pinzolo. Cecilia, te la sei proprio meritata!

Trepidazione e gioia hanno invaso oggi Pinzolo, da quando, poco dopo mezzogiorno, a PyeongChang...

Cecilia è d'argento! Medaglia olimpica per l'atleta di Pinzolo

Cecilia è d'argento! Medaglia olimpica per l'atleta di Pinzolo

Medaglia d'argento per l'atleta di Pinzolo nella staffetta di short track alle olimpiadi a...

Notizie val Rendena

Caderzone Terme, sanzionato ristorante all'aperto abusivo. Controllo della Polizia Locale delle Giudicarie

polizia locale

La sera della vigilia di ferragosto una pattuglia della Polizia Locale delle Giudicarie è intervenuta a Caderzone Terme nei pressi di un negozio di alimentari. Il titolare aveva messo su una sorta di ristorante all'aperto completamente abusivo.
Il controllo ha riguardato il piazzale della struttura dove erano stati allestiti tavoli e panche. Il cibo servito ai tavoli dal personale del negozio veniva cotto sul posto su un braciere. Venivano inoltre servite bevande in calici di vetro come indicato dai pannelli pubblicitari con la scritta "aperitivi".
Al momento dell'intervento ai tavoli erano sedute circa 15 persone, perlopiù turisti di passaggio, ai quali vista la situazione è stato consentito di terminare la cena in tutta tranquillità.
Terminata l'attività di accertamento scatterà a carico del titolare del negozio oltre alla sanzione da 500 a 3000 euro anche un'ordinanza del Sindaco di Caderzone Terme di divieto di prosecuzione dell'attività abusiva.
La Polizia Locale procederà inoltre anche a verificare con l'Azienda sanitaria e con il Servizio Lavoro della Provincia gli aspetti di natura igienico-sanitaria dell'esercizio e di regolarità contributiva dei dipendenti.
L'obiettivo dell'intervento è stato quello di garantire l'incolumità della salute pubblica dal punto di vista igienico-sanitario e garantire inoltre una leale concorrenza nei confronti di tutti quei locali che invece operano nel rispetto delle regole. Preme inoltre sottolineare, come anche chi somministra alimenti e bevande a titolo di volontariato, nelle numerose manifestazioni locali, sia soggetto ad una normativa ritenuta dagli stessi operatori delle varie Associazioni e Pro Loco "piuttosto rigida" e pertanto a maggior ragione il rispetto della Legge da parte di chi esercita una professione sia imprescindibile.