Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Sab12152018

Last update09:43:50 PM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

Pieve di Bono e Azzurra finisce 3 a 3. Gol ed emozioni nel match recuperato ieri sera sul sintetico di Creto

WhatsApp Image 2018-03-22 at 12.24.18 

Molti gol, sprazzi di bel gioco e decisioni arbitrali alquanto discutibili. È questo il resoconto della partita, valida per la prima giornata del girone di ritorno rinviata a fine febbraio per la neve, andata in scena ieri sera a Creto tra i padroni di casa dell'Us Pieve di Bono e l'Azzurra terminato 3 a 3.
Sei gol quindi che non hanno fatto annoiare gli spettatori presenti al comunale di Creto. La partita inizia con un buon ritmo e, dopo appena un minuto di gioco, l'Azzurra di Mister Dallapè è già in vantaggio. Buona azione dalla destra conclusa con l'imbeccata vincente di Piffer che da pochi passi, grazie anche al mal posizionamento della squadra viola, batte Esposito. Pronta reazione dell'undici biancoviola che alza il baricentro e arriva diverse volte nell'area avversaria. Al dodicesimo minuto, dagli sviluppi di un calcio di punizione, arriva il pareggio locale con bomber Essoundousi che in girata batte l'estremo difensore Bonetti. Le due squadre si affrontano senza timori. Questo ne favorisce diversi ribaltamenti di fronte dai quali nasce il vantaggio ospite. Al ventottesimo infatti Piffer batte ancora Esposito con un tap-in vincente da pochi passi.
I biancoviola non demordono e si fanno apprezzare per la buona trama di gioco e, in più di un'occasione, provano ad impensierire la retroguardia ospite. Dopo diversi corner a provarci sono Gabbia con una punizione ben respinta dall'estremo difensore ospite e Maestri con tiro dal limite che finisce di poco alto. È poi ancora Filosi che, dopo un bello scambio sulla trequarti avversaria, va vicino al pareggio. Pareggio che arriva al quarantatreesimo grazie alla perfetta punizione di Essoundousi che, con un preciso piazzato sopra la barriera, riporta la gara in parità e firma così la seconda doppietta consecutiva.
La seconda frazione si apre con il Pieve di Bono assoluto padrone del campo. Diverse le occasioni create da capitan Armani e compagni senza però trovare il gol del sorpasso. Al quinto della ripresa gli ospiti hanno però una ghiotta occasione. Piffer, in assoluto l'uomo migliore dell'undici "azzurrino", entra in area dove viene atterrato da Zontini. Per l'arbitro è calcio di rigore che, il veterano Esposito, respinge. L'episodio rafforza le convinzioni del Pieve di Bono. Il vantaggio locale è nell'aria ed arriva all'ottavo minuto della seconda frazione con una deviazione decisiva di un difensore ospite su un tiro da fuori area di Filkosky. Pochi minuti più tardi bomber Essoundousi, ben imbeccato da Maestri, colpisce l'incrocio dei pali. La seconda frazione scivola via piacevolmente con i ragazzi di Mister Luca Codognato che hanno più volte l'occasione per chiudere definitivamente la contesa. Ci provano Filosi, Salvotti e il solito Essoundousi senza però trovare la quarta rete.

Nell'extra time arriva la beffa per i padroni di casa. L'arbitro, la cui direzione di gara è stata giudicata da entrambe le squadra altamente insufficiente, assegna tre minuti di recupero. Il pareggio ospite però arriva al novantacinquesimo grazie ad una fortunata azione terminata con il gol del pareggio.
La partita si chiude quindi tra le comprensibili polemiche del Pieve di Bono che si è visto sfumare i tre punti all'ultimo secondo causa, oltre che alla mancata concretezza utile a chiudere prima il match, per un'assurda decisione del direttore di gara. Un pareggio che comunque muove la classifica delle due squadre che si apprestano così ad affrontare il prossimo turno di campionato. Il Pieve di Bono sarà di scena al "Grilli" di Storo contro la Settaurense mentre l'Azzurra scenderà nuovamente in Valle del Chiese per affrontare la quotata Caffarese.