Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Mar07172018

Last update10:41:41 PM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

Gli italiani sono stati chiari, il PD non deve governare. La lettera di Anna Pironi

renzi-direzione-pd-1-696x427

L'esito del voto è chiarissimo e il messaggio degli italiani è quello che il Partito Democratico nella prossima legislatura "non deve toccare palla" , non deve governare.
Ci sono due vincitori , uno più nordista , il Centrodestra con primo partito la Lega e uno più sudista il M5S; semplificando, premiata la flat tax (tassa uguale per tutti, ricchi e poveri), e "prima gli italiani", e premiato il reddito di cittadinanza quale risposta alla disoccupazione! Quindi saranno questi due vincitori che, seppure nelle loro differenze , dovranno trovare il modo di formare un governo, nel rispetto della democrazia dell'alternanza.
Decisamente sbagliato il pensiero di chi oggi, (e il governatore PD della Puglia, Emiliano lo diceva anche prima del 4 marzo), ritiene che il PD debba "responsabilmente" andare in soccorso per dare avvio al governo M5S ; operazione direi impossibile e non per le accuse e gli improperi che il PD si è preso dal M5S in questi anni, ma perché i due programmi sono profondamente diversi , quasi agli antipodi ! idem col centrodx ! agli elettori deve essere chiaro CHI FA CHE COSA!
Il PD non può andare a fare la stampella a chi vuole cancellare tutto ciò che è stato fatto in questi 5 anni, né a quelli che vorrebbero cancellare le unioni civili né a chi vuole mettere in discussione l'euro, o la necessità di vaccinare i propri figli etc.
Non sarebbe né giusto né democratico non rispettare il voto degli italiani e in ogni caso "nella sconfitta serve non perdere il senso di dignità e di onore" così come ha detto il ministro Carlo Calenda , nuovo iscritto al PD !
Ma a cosa hanno creduto gli italiani ? giusto per ricordare qualcosa delle promesse di centrodestra e M5S :
Reddito di cittadinanza ( in questi giorni la notizia è che ai CAF, soprattutto al sud, i cittadini si stanno presentando per richiederlo !); Abolizione della legge Fornero; Aumento delle pensioni fino a 1000 euro minimi;Rimpatrio di tutti i clandestini e blocco dell'immigrazione; Possibilità di acquistare armi e difendersi da soli in caso di violazione del domicilio; - ... Parlamento Europeo, da ora in poi o fanno come vogliamo noi o ce ne andiamo; Uscita dall'Euro e ricostituzione della moneta nazionale; Risanamento del debito di oltre 2 milioni di miliardi di euro in soli 3 anni; Riduzione drastica della disoccupazione; Annullamento dell'obbligo di vaccinare i figli; Aumento delle risorse alla sanità pubblica; Riduzione del costo del lavoro; Aumento del Pil; Togliere il potere economico alla banche e chiudere quelle che hanno fallito; Impedimento della fuga delle aziende all'estero; Aumento degli investitori stranieri; Riduzione della tasse.
Facili soluzioni a problemi complessi : pensare di frenare l'immigrazione con le ricette del centrodestra è come volere ripararsi da uno tsunami con un ventaglio, quando sappiamo che il fenomeno migratorio con tutta probabilità continuerà per svariate cause ; dare il reddito di cittadinanza previsto dal M5S può voler dire, e Tito Boeri presidente dell'INPS lo ha già detto, non avere un fondo economico sufficiente per tutti quelli che lo richiederanno e allora occorrerà aumentare il costo dei servizi , e quali ? trasporti, sanità, scuola , IVA, etc. ? lo scopriremo vivendo.
Centrodestra e M5S hanno creato queste ed altre aspettative , ora dovranno corrispondere con i fatti nel loro prossimo governo .
E per la serie , a onor di verità, quando Luigi Di Maio dice , pochi giorni prima del voto, che lui rinuncerà al vitalizio , dice una bugia (per la serie Mò VI MENTO!) e dimostra ancora una volta di prendere in giro gli italiani, poiché i vitalizi dei parlamentari dell'ultima legislatura (lui compreso), sono stati cancellati dal governo Monti nel 2012 . Certo, c'è da completare l'iter applicando il metodo contributivo per tutti gli ex parlamentari, vedi ddl Richetti, approvato alla Camera , ma non al Senato.
Il PD aveva fatto il noioso elenco delle 100 cose FATTE e a fianco , sugli stessi argomenti, aveva aggiunto altre 100 cose da fare e, come farebbe un buon padre di famiglia , cercando di contenere la spesa non facendo "il passo più lungo della gamba", tant'è che il costo del programma del PD era il più basso; ci sarà pur stata una ragione per questo ! spararla più grossa "sulla carta" e in campagna elettorale non costava nulla , ma qui è la differenza tra chi è responsabile e non prende in giro gli elettori e chi non li rispetta e soprattutto non rispetta il futuro delle prossime generazioni .
Perché il PD ha perso ? Non sono bastati e/o non sono stati compresi i risultati positivi raggiunti in questi 5 anni con i governi a maggioranza PD, risultati , peraltro, riconosciuti da tutti gli osservatori, anche da quelli non affetti da renzismo acuto; e premiati dagli elettori italiani all'estero (i cervelli in fuga?) . Quegli stessi risultati ( ad esempio : REI reddito di inclusione , PIL aumentato di 4 punti, qualche tassa già abbassata , rilevante recupero di evasione fiscale....etc.) non hanno ancora avuto riflessi positivi attesi da anni da tanti cittadini . Ma in buona parte è andato perduto il contatto col "sentire" proprio di quegli italiani in difficoltà e con la loro urgenza di risolvere i problemi accumulati negli anni di crisi ! Mentre eravamo alla regìa delle istituzioni lontano dai cittadini, le felpe personalizzate di Salvini e i vaffa di Grillo raccoglievano a piene mani il facile consenso dei cittadini arrabbiati.
Non abbiamo dato le risposte attese dai tanti giovani sfruttati da lavori precari e contrattualmente inaccettabili, nonostante qualche iniziativa, non siamo riusciti a snellire l'elefantiaco apparato burocratico italiano , lento e difettoso anche nelle urgenti pratiche legate al riconoscimento dei profughi o respingimenti, etc . Quando un cittadino si trova da anni senza risposte per sè o per i suoi figli esprime il suo voto per stanchezza , sfiducia e rabbia e punisce ! E' come quando il medico deve intervenire su un'emergenza , se interviene oltre i tempi prestabiliti "ha perso il paziente".
Ho un ricordo limpido che mi riporta al 1994, quando sommessamente dicevo all'allora segretario dei DS "sono tanti gli operai che voteranno Berlusconi" , la risposta fu : " ma no, vedrai !" , e infatti ho e abbiamo visto ! Sono passati quasi 25 anni e , a parte la coalizione dell'Ulivo e la nascita nel 2008 del PD , gli elettori di centrosinistra del PD tornano ai livelli del 2001 , ai tempi del secondo governo Berlusconi, poco più di 6 milioni di cittadini....pur sempre il secondo partito d'Italia, ma con un'Italia sempre più di destra e una sinistra sconfitta ! una sinistra oggi non riconosciuta dalla parte più fragile della società.
Riflessioni in libertà, alla luce di alcuni fatti , che riportano ad una foto della nostra società : a Macerata , dopo che l'ex iscritto alla Lega Luca Traini "spara sui neri" , la Lega passa dallo 0,6% al 21% ; a Pesaro il ministro Minniti , il cui operato sull'immigrazione è riconosciuto ed apprezzato da tutti, perde contro tale Cecconi , dichiarato impresentabile dal M5S per via delle donazioni/non donazioni al microcredito per le piccole imprese.
Poi abbiamo Milano, (la mia città fino all'88 ) , che, dopo avere applaudito Salvini in piazza del Duomo che, da fervente cattolico, giura all'ombra della Madunina su Vangelo e rosario, sceglie il Partito Democratico quale primo partito della metropoli, ricordando un po' Londra quando , sola, votò contro la Brexit ...magra consolazione! E il PD risulta primo partito in buona parte di Roma e Torino.
E poi, mentre il Trentino premia il centrodestra , in Alto Adige vince il centrosinistra nonostante l'ennesima scissione del PD altoatesino in piena campagna elettorale ; così come il 4 dicembre 2016 sempre in Trentino vinse il NO alla riforma costituzionale e in Alto Adige il SI ! Qui la Regione dovrebbe porsi qualche quesito. Trentino, dove è di questi giorni la notizia di 200 lavoratori " in nero" , Trentino dove pare che alcune cooperative abbiano avuto una modificazione genetica.
Qualcosa di positivo ? purtroppo il buono non fa notizia ! peccato ! : possiamo chiedere ai giornali, alle televisioni , ai media tutti che veicolano ed amplificano notizie e fatti soprattutto negativi e drammatici , di darci conto , nella stessa misura e con la stessa amplificazione di notizie e fatti positivi e importanti per la nostra società e per il mondo ? perché le cose buone ci sono e potrebbero rappresentare la speranza per il futuro , così come ad esempio la comunità senegalese di Firenze che rimborsa le fioriere rotte durante la manifestazione di protesta per il loro connazionale ucciso da un italiano, atto che dovrebbero fare tutti i manifestanti, sinistra o destra, quando causano danni alle città ! Tante cosiddette start up che nascono perfino al sud dell'Italia , stanno creando lavoro e riaccolgono giovani che emigrano al contrario tornando in Italia, la ricerca italiana e le sue scoperte che ci salveranno da malattie e da disastri ambientali ; abbiamo diritto ad avere una informazione paritaria a tutto campo, che fino ad oggi non abbiamo avuto .
Le responsabilità di Matteo Renzi ? certamente ci sono , ma una su tutte , fra quelle che in tanti gli stanno attribuendo, mi sento di condividere , quella di avere messo la sinistra di fronte alle proprie contraddizioni, e questo non gli è stato e non gli sarà mai perdonato.
Si cade e ci si rialza e come ha detto il padre dell'Ulivo , Romano Prodi " ..... non c'è nulla di irrimediabile in politica, c'è sempre un futuro. Non tutto è irrimediabilmente perduto".
Peraltro, ciò che è accaduto in Italia, la sconfitta della sinistra, è già accaduto in altri paesi europei , e anche questo chiede di essere compreso e affrontato.
Intanto è bellissimo vedere che in questo momento di difficoltà del Partito Democratico arrivano illustri nuovi iscritti, dopo Calenda, Oliviero Toscani, che in controtendenza non salgono sul carro del vincitore , ma al contrario si affiancano allo sconfitto per aiutarlo a superare le difficoltà ! e ci sono identici segnali anche in Trentino !
Dobbiamo ripartire e ricostruire , senza pensare che serva il salvatore della patria, serve casomai l'impegno di ciascun singolo ! e sarebbe riduttivo pensare di dover ricostruire solo un Partito Democratico , il cui fiore all'occhiello non è stata certo l'unità dei propri dirigenti ! Là fuori c'è da fare molto di più!

Anna Pironi – Circolo PD Giudicarie , membro assemblea PD provinciale –