Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Thu08222019

Last update12:05:26 AM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

Ponte Arche, arriva il parco acquatico. Previsti un laghetto balneabile e spazi per prendere il sole. Partenariato tra pubblico privato

 

Parco acquatico Ponte Arche2016

 

Arriva a Ponte Arche, località turistica termale delle Giudicarie, un parco acquatico. A proporre l'iniziativa il comune di Comano Terme che proprio all'entrata del grande parco che circonda lo stabilimento termale locale ha deciso di proporre, usando al formula del partenariato con il privato, un laghetto balneabile con un'area dove prendere il sole o semplicemente oziare con un cocktail come su una spiaggia. L'amministrazione concederà infatti in uso per 15 anni – il bando è pubblico e i riferimenti si trovano nell'albo telematico di Comano Terme – una porzione del parco comunale che sorge sulle rive del Sarca, per farne delle attrazioni acquatiche, oltre ad un contributo che da base d'asta (quindi ribassabile dalle offerte) è di 10mila euro all'anno per tutto il periodo di concessione. Toccherà invece a chi desidera intraprendere l'avventura imprenditoriale realizzare materialmente i lavori per una cifra minima di 150mila euro – anche questa cifra viene imposta dall'asta di affido – proponendo altresì un piano economico-finanziario, di attività e di sostenibilità dell'intero progetto. Una sfida in una località dove le temperature non sono proprio da mare per buona parte dell'anno, ma la convinzione dell'amministrazione è che i tanti turisti e locali potranno apprezzare di una notevole vivacizzazione di quello che è il cuore della località turistica delle Esteriori e il privato approfittare della forza di attrazione estiva delle Terme di Comano. Circa 200 metri quadri di superficie d'acqua, con un piccolo bar-biglietteria, servizi e spogliatoi e lo spazio per giocare o rilassarsi sotto il sole: questo compare nel progetto di massima negli uffici tecnici comunali, che è solo una bozza perché sarà il proponente privato a presentare il progetto che, se scelto, diventerà definitivo ed esecutivo. Il 23 giugno è prevista l'apertura e valutazione delle offerte pervenute che su 100 punti massimi potranno ottenerne un massimo di 25 per il ribasso economico sui 10mila euro di contributo che il comune mette a disposizione ogni anno, e gli altri 75 deriveranno invece dalla proposta tecnica.