Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Fri12062019

Last update08:01:19 AM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

Pronto soccorso. Si parte con i lavori a marzo. Parola di Zeni. Pronti 3 milioni di euro

ingresso ospedale pronto soccorso di tione-giudicarie

TIONE. Chissà che non sia la volta buona. Chissà che non si trovi la quadratura ai numerosi problemi che affliggono l'ospedale di Tione. Ci sono le premesse, mancano i fatti, o meglio manca che si mettano nero su bianco gli interventi necessari ad uscire da una situazione precaria che si trascina ormai da troppo tempo. E poi naturalmente è da verificare se le buone intenzioni si trasformino in fatti, in interventi di potenziamento e razionalizzazione della struttura e di chi vi opera. Sì, perché è da diversi anni che si parla di ospedale e di salute in Giudicarie, senza che nel concreto siano maturati miglioramenti tangibili. Semmai si è assistito impotenti, nonostante le mozioni ripetute nella Conferenza dei sindaci e nell'assemblea della Comunità di Valle, e nonostante la raccolta di oltre 24mila firme, al depotenziamento progressivo ed ininterrotto del punto nascite.
Nel pomeriggio di giovedì, nella sala riunioni della Comunità di Valle, si è svolto il primo incontro ufficiale dell'era Zeni. Sindaci di nuova nomina e componenti l'assemblea della Comunità, si sono incontrati con l'assessore provinciale Luca Zeni e con lo staff dell'Azienda sanitaria. E' stato un incontro proficuo, preparato in precedenza dai contatti del presidente della Comunità Giorgio Butterini, con il responsabile della sanità trentina. Un incontro dove si sono messe le basi per un sostanziale e realistico miglioramento delle funzioni ospedaliere.
Giorgio Butterini, dopo aver dato il ben venuto ai presenti, è entrato nel merito delle problematiche sul tappeto. Rivolto all'assessore, ha chiesto interventi precisi e irrinunciabili, quali: il miglioramento del Pronto Soccorso con la presenza 24 ore su 24 dell'anestesista, il potenziamento della Radiologia con l'aggiunta di un medico radiologo, il potenziamento del reparto di Medicina, e soprattutto la valorizzazione di Ortopedia, in considerazione della vicinanza delle stazioni invernali di Madonna di Campiglio e Pinzolo, fino a farlo divenire un reparto di eccellenza. Sul punto nascite, in attesa della risposta del Ministro alla salute alle richieste di deroga avanzate dalle Giunta provinciale, Butterini parlando di "accompagnamento al parto", ha tenuto a richiedere maggiori e più circostanziate spiegazioni sul percorso, sulle modalità e sul personale coinvolto.
Giorgio Butterini non si è limitato però alle sole richieste verbali ma ha avanzato con forza la stesura di un "protocollo" dove, previo l'accordo con gli amministratori locali, vengano indicate chiaramente le proposte e le soluzioni avanzate.
L'assessore Luca Zeni, nel rispondere, ha dato per prima una notizia positiva, riguardante il Pronto Soccorso. "I lavori ha detto sono stati assegnati e inizieranno entro il mese di marzo, con un impegno di spesa di 3 milioni di euro. Si è detto poi disponibile a predisporre il protocollo entro quindici giorni e a sottoporlo ai parere degli amministratori, in una prossima riunione.
Il consigliere provinciale Mario Tonina, ha detto di aver apprezzato l'atteggiamento propositivo dell'assessore, sottolineando poi l'importanza del potenziamento dei reparti senza distinzione, spezzando però una lancia per quello di Ortopedia come reparto di eccellenza.
Fra gli intervenuti il sindaco di Caderzone Terme, Marcello Mosca, consigliere in Comunità di Valle di lunga data, ha stigmatizzato l'inconclusione che ha caratterizzato gli anni trascorsi e si è augurato che in futuro prevalga la concretezza