Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Wed06262019

Last update10:52:22 PM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel
Madonna di Campiglio, apre oggi la pista di slittino sul Monte Spinale

Madonna di Campiglio, apre oggi la pista di slittino sul Monte Spinale

Aperta da oggi la bellissima pista che parte dallo Spinale. Per chi non è molto pratico con sci...

Ritiri estivi, Napoli a Dimaro. E a Pinzolo? Probabilmente torna l'Inter

Ritiri estivi, Napoli a Dimaro. E a Pinzolo? Probabilmente torna l'Inter

Il legame tra il Napoli di Aurelio De Laurentiis e Dimaro non si spezza. La notizia che era già...

A Madonna di Campiglio la magia dell'alba in quota sugli sci. TrentinoSkiSunrise fa tappa al Rifugio Boch

A Madonna di Campiglio la magia dell'alba in quota sugli sci. TrentinoSkiSunrise fa tappa al Rifugio Boch

Essere i primi a solcare le piste ancora intonse, disegnare serpentine nella neve immacolata...

A Massimeno Storie d'acqua, spettacolo inserito nella rassegna Teatro Ragazzi

A Massimeno Storie d'acqua, spettacolo inserito nella rassegna Teatro Ragazzi

Si terrà sabato 9 febbraio nella sala comunale di Massimeno alle ore 17.30 Storie d'Acqua...

Notizie val Rendena

"Siamo qui per istallare questo apparecchio per rilevare eventuali fughe di gas". Nessun obbligo di acquisto né alcuna convenzione con i comuni, come lasciato intendere da qualche venditore

rilevamento gasVenditori di una ditta privata stanno proponendo un apparecchio per il rilevamento del gas, sembrerebbe a 249 euro. La segnalazione è arrivata da alcuni abitanti dei paesi della Val Rendena che hanno rilevato come i venditori lasciassero intendere che gli apparecchi fossero obbligatori o che l'istallazione era fatta in "convenzione" con il comune. «Se fosse stato dato questo messaggio dai venditori si ricorda che niente di tutto questo è vero». Si tratta di una libera vendita di apparecchi e non vi è alcun obbligo da parte dell'inquilino né all'acquisto né a far entrare queste persone nel proprio appartamento se non si è intenzionati all'acquisto del prodotto. Né esiste una convenzione con i comuni per l'istallazione di tali prodotti. Il Centro per la tutela dei consumatori ricorda inoltre che si hanno sempre dieci giorni di tempo per esercitare il diritto di recesso e trenta giorni per avere di ritorno la somma eventualmente già pagata qualora non si fosse soddisfatti del prodotto.