Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Sat08242019

Last update12:05:26 AM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

Motociclisti padroni della strada. Sfiorata la tragedia sulla statale del Caffaro, lungo quella di Loppio e Val d'Ampola

moto-pericoloseVALLE DEL CHIESE. Come ogni anno in questo periodo il traffico dei vacanzieri delle due ruote cresce e abbonda. Non passa giorno che non si riscontrino incidenti con feriti o con conseguenze ancora peggiori. L'ultima delle disgrazie si è verificata domenica tra Tione e Saone dove un centauro bresciano ha finito la sua corsa a ridosso di una Renault morendo praticamente sul colpo.
Una delle zone più a rischio sono e restano i tornati della valle d''Ampola nonchè i rettilinei lungo la statale del Caffaro tra Storo e Pieve di Bono.
Nonostante rischi e pericoli si vedono moto sfrecciare noncuranti di quanto vanno incontro o che possono arrecare ad altri e troppo spesso alle prese con sorpassi azzardati.
Nella sola giornata di sabato si sono registrati due o più incidenti a poca distanza da Storo, uno sul rettilineo di Condino e un altro ancora lungo la famigerata valle d'Ampola dove i centauri continuano a considerarsi in un reale videogioco . Ma per contenere questi flussi servono più controlli e più personale .
Infatti per due incidenti i malcapitati ( tra cui una donna 50 enne abitante nella zona Storo alta ) hanno dovuto attendere più di un ora prima che sopraggiungessero soccorsi. In quel caso la signora appena si era immessa sulla strada si è sentita urtare sul fianco anteriore destro della sua Fiat Punto da parte di un motociclista alle prese con i soliti sorpassi azzardati . (a.p.)