Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Mon08192019

Last update12:05:26 AM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

Calciochiese salvo, Tione lanciato verso la Prima Categoria. Settaurense e Valrendena retrocessi

Tione Alta Giudicarie

Giornata positiva per le compagini calcistiche giudicariesi partecipanti ai vari campionati di calcio provinciali e regionali. Con l'appropinquarsi del termine della stagione sono stati infatti emessi numerosi verdetti, che hanno fatto sorridere o per lo meno tirare il fiato agli appassionati di pallone delle nostre valli. L'appuntamento sicuramente più atteso era in Eccellenza, dove il Calciochiese non poteva sbagliare sul campo di Arco per sigillare una salvezza che pareva ampiamente alla portata dei ragazzi guidati negli ultimi 180 minuti di campionato da Fabio Berardi. Ed in effetti la compagine chiesana non ha fallito il match point, imponendosi con il minimo scarto contro i gialloblù altogardesani, grazie alla rete di Nicolussi. I chiesani agguantano il quintultimo posto e si garantiscono la permanenza in Categoria. Sconfitta comunque indolore per i padroni di casa che, stante il concomitante pareggio della Strada del Vino e la matematica salvezza del Dro in Serie D (0-1 sul campo della capolista Monza), rimangono nel massimo campionato regionale.

Altrettanto indolore è stata la caduta del Comano Terme Fiavè in terra altoatesina. I gialloneri di mister Luca Celia, centrata la salvezza diverse giornate orsono, hanno ceduto con il minimo scarto al Termeno. Decisivo, nell'economia della gara, il gol di Daniel Pfitscher, che ha approfittato di un'uscita palla al piede infelice del portiere e capitano termale Tomas Lorenzi per sottrargli la sfera e metterla in rete. La squadra del presidente Gosetti chiude quindi al sesto posto (sotto proprio allo stesso Termeno), un risultato strabiliante se si considera il tortuoso cammino della squadra di Ponte Arche nel girone di andata. Conclusa l'Eccellenza, domenica prossima gli appassionati di calcio butteranno un occhio sulla Promozione, che comunque ha già regalato quasi tutti i verdetti (manca da stabilire la seconda classificata).

Quello più amaro, per le squadre nostrane è stato sicuramente la retrocessione della Settaurense, in un contesto globalmente positivo per tutte le formazioni giudicariesi. I biancoverdi devono mangiarsi le mani per non aver affrontato ogni gara al 100%, come successo in questi ultimi turni: ieri infatti la squadra di Nicola Giovanelli ha onorato il campionato, impattando 1-1 con la Bassa Anaunia (Nicolini ha risposto al noneso Zanotti) al termine di una partita ricca di intensità, agonismo ed occasioni da gol. La Condinese ha goduto senza giocare: il successo a tavolino sul ritirato Mezzocorona permette infatti ai canarini di Saverio Luciani di rimanere in corsa per la piazza d'onore che-in caso di salvezza in D del Levico Terme ai playout contro lo Scanzorosciate-potrebbe regalare l'Eccellenza dopo lo spareggio con la seconda arrivata nel girone di Promozione altoatesina. I gialloblù sono due punti sotto la Benacense (49 a 47), ieri fermata dal Mori Santo Stefano (a quota 46 ex aequo con la Garibaldina). Spes ultima dea, dicevano i latini: in bocca al lupo all'undici di Condino per questo finale thrilling.

Scossone in vetta per quanto riguarda la Prima Categoria: il Cavedine Lasino viene bloccato sullo 0-0 dal Calcio Bleggio e si vede superare di una lunghezza (46 punti contro 45) dalla Monte Baldo, che ieri ha sconfitto per 2-0 il sazio Pieve di Bono, con le reti di Zeni e Alvarado. Il risultato ad occhiali maturato a Cavrasto ha permesso ai bleggiani di salvarsi, stante il 2-2 tra Valrendena e Molveno, che ha condannato entrambe alla retrocessione. Per i biancoverdi-destinati comunque alla fusione con il Pinzolo Campiglio-in gol Maturi e Alexsandar Gjoreski, per i lacustri Daniel Franchi e Giordani. Il Calcio Bleggio vuole comunque evitare il terzultimo posto che farebbe disputare un triangolare di playout privo di significato, allungando ulteriormente la stagione. Stesso obiettivo per la salva Virtus Giudicariese, che ieri ha subito una sconfitta casalinga ad opera della Caffarese. I bresciani (a segno con Salvadori e Fusi, con Lorenzo Azzolini a dimezzare lo svantaggio) si rammaricano per alcuni punti persi banalmente e rimangono nella pancia del gruppo, mentre l'undici di Preore si conferma in Categoria con merito. Il Pinzolo Campiglio ferma infine sullo 0-0 la lanciata Baone, ora a meno cinque dal secondo posto.

Scendendo in Seconda Categoria si segnala la vittoria del campionato del Rovereto. I bianconeri di mister Giuliano Giovanazzi colgono il successo numero 23 in 25 gare (un solo pareggio ed una sola sconfitta): la doppietta di Fazzi ed il gol di Dalprà certificano il netto 3-0 ai danni di un rinunciatario Brenta, ormai quasi certo de penultimo posto. In chiave playoff importantissimo successo del Tione nel derby con l'Alta Giudicarie. La doppietta di Nicolussi permette ai rossoblu di mantenere la seconda piazza a più sei sull'Isera (vincitrice per 3-2 sulla Limonese grazie a Cobbinah, Vicenzi e Lecini, con Frizzi e De Franceschi ad addolcire la pillola per i lacustri); se il divario tra i tionesi ed i lagarini superasse i sette punti-e vi è ancora lo scontro diretto da giocare-la squadra di Ballini salirebbe in Prima Categoria senza passare dagli spareggi. L'Alta Giudicarie rimane comunque in zona nobile, ma si vede raggiungere dal Guaita a 48 punti: la società di Pietramurata ha infatti rifilato un perentorio 6-0 ad un Castelcimego sempre più in declino, grazie alle doppiette di Sbarberi, Tavernini e Avancini. Sconfitte infine per Bagolino (2-1 a Raossi di Vallarsa, in rete Parisi e Azocar per i locali, Pellizzari per gli ospiti) e per il fanalino di coda Tre P Valrendena (netto 8-0 contro il Lizzana, marchiato dai bis di Zandonai, Hallidri e Della Giacoma e dalle segnature di Vettori e Heidempergher). Ha riposato il .