Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Thu12122019

Last update08:01:19 AM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

Notizie dal Trentino

Accompagnatori di territorio e maestri di sci: cosa cambia in Trentino

Scuola italiana di sci Pinzolo

La Giunta provinciale ha approvato alcuni articoli di revisione della legge provinciale 20 del 93 in materia di ordinamento della professione di accompagnatore di territorio e di maestro di sci. Le modifiche riguardano i seguenti aspetti.

ACCOMPAGNATORE DI TERRITORIO

Si scorpora la figura dell'accompagnatore di territorio dall'Albo delle guide alpine.

Analogamente a quanto previsto per altre figure professionali (guide turistiche, accompagnatori turistici e assistenti di turismo equestre) si prevede che l'esercizio dell'attività sia subordinato, oltre che al possesso dell'abilitazione, alla presentazione di una segnalazione certificata di inizio attività (scia) al Servizio Turismo.

MAESTRO DI SCI

1) Nuova qualifica di "Allievo maestro di sci" (nelle tre discipline: sci alpino, fondo, snowboard):

Ø riservata a chi ha frequentato i primi moduli dei corsi tecnico-pratici, didattici e culturali e superato i relativi esami;

Ø dà la possibilità di svolgere, nell'ambito di una scuola di sci e per due stagioni invernali, attività di insegnamento dello sci, nei campi scuola e fino ad un certo livello tecnico (garantendo così la "pratica sul campo" per la didattica).

2) Trasferimento nell'Albo provinciale dei maestri di sci provenienti da altre regioni italiane o dalla provincia di Bolzano:

Ø si richiede (come già previsto dalla Provincia Autonoma di Bolzano e dalla Valle d'Aosta), per l'esercizio stabile della professione in Trentino, il superamento con esito positivo di un esame organizzato dal Collegio provinciale dei maestri di sci per l'accertamento della conoscenza del territorio provinciale, della geografia, dell'ambiente montano e delle condizioni climatiche della provincia di Trento nonché della legislazione provinciale in materia di piste da sci e di ordinamento della professione.

3) Esercizio temporaneo della professione sul territorio provinciale da parte di maestri di sci degli Stati membri dell'Unione europea, della Svizzera e degli Stati aderenti all'accordo sullo spazio economico europeo di cui alla legge n. 300 del 1993 (Accordo SEE: in pratica Islanda, Lichtenstein e Norvegia):

Ø oltre all'esercizio temporaneo già in vigore (max 15 giorni per stagione), i maestri di sci stranieri potranno esercitare per 60 giorni in una stagione a condizione che tale attività sia svolta esclusivamente all'interno delle scuole di sci operanti sul territorio della provincia di Trento (analogamente a quanto previsto in provincia di Bolzano).

L'obiettivo della norma è garantire un miglioramento della qualità dell'offerta turistico-invernale del nostro territorio rendendo più appetibile – in particolare ai turisti dell'Est Europa - la frequentazione delle aree sciabili della provincia.