Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Dom12172017

Last update11:13:26 PM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

"La musica sei tu" di Kimbo Ina Vellocet

LA MUSICA SEI TU k 

... Vedi come la musica ha "miliardi di facce"...
La musica è il luogo della scoperta, uno spazio da concepire non come una storia,
o una danza, o altro, ma IL LUOGO DOVE RECARSI: se vuoi andare in quel luogo
devi semplicemente ascoltare.
Respira, stai fermo, muoviti, socchiudi gli occhi, ricrea la tua vita dentro il ritmo della musica
e Lei diventerà la tua medicina. Come fosse una luce che ti attraversa e che guarisce malesseri,
disarmonie e tristezze.
Quando ascolti la musica non ti viene trasmessa solo la musica, ma un'intera esistenza.
Niente è solo musica. Dentro le sue onde vivono immagini, persone, mondi ...
Universi vicini e universi abissalmente lontani.
Una vibrazione invisibile che riesce a superare il tempo e il luogo.
Per me la musica è proprio l'arte per eccellenza.

                               (Kimbo Ina Vellocet)

Marc Almond. Mother fist (1987). Inchiostri neri per i teatri dell'abbandono

MARC ALMOND 1

Le follie, colorate dalle luminose scie dei neon, il turbinio di un'epoca costellata di perdizione, l'estasi della "Swinging London" degli Anni '80 mentre il tempo storico del rock veniva soverchiato da nuovi impulsi, forse attraversati da una logica un poco distorta, magari anche intrisa di "dance" adeguata alle masse... Il tempo era passato con tutti i suoi sotterfugi ma era stato un tempo fieramente innovativo e foriero di intensità dalla traccia in movimento fino al limite della "nonchalance", in un esplodere delle nuove mode già vicine ed attigue alle "High Fashion", in un esplosione di divertimento, indice di talune sofferenze interiori, segno delle malattie che oggi ritroviamo in tutte le popolazioni giovani... All'inizio degli '80 si manifestava una duplice condizione d'essere: da una parte il rombo della dissolutezza come se i giorni stessero per terminare, come se la giovinezza avesse solo qualche ora ancora per poter dire la sua; dall'altra la mutazione cosciente e quindi il venire meno della sregolatezza per un appropriazione di ulteriori stati d'animo e profondità. Marc Almond, assieme al compagno Dave Ball, dopo aver dato fuoco alle polveri si ritrovava, ora, con una nuova veste intessuta di brandelli synth pop, cosparsa di porpora dal gusto retrò. La sua musica nel 1987 si appropria di una splendida entità del passato, diviene indole malinconica da narratore fragile e solitario, si appoggia ad una sorta di cabaret di origine franco-tedesca che scaturisce nella teatrale e romantica "Mother Fist", una collezione di 12 canzoni dal tratto contenuto resa in forma da "chansonierre". E' un teatro torbido e disincantato, di favola un poco funerea ma con squarci di luce, come spesso capita di vedere nei bellissimi film muti degli Anni '20, alla maniera degli spettacoli dove l'attore unico impersona tutti i personaggi della storia in un commovente susseguirsi di eventi a volte tristi, a volte felici. E così ecco "Saint Judy" carica di voci basse rincorse da battiti sonori piuttosto allarmanti, poi "Angel In Her Kiss" rialzare il tono della recitazione, e "The Hustler" struggente canto degli sconfitti. Ed ancora "Melancholy Rose" dal movimento fresco e veloce come di treno dentro campagne fiorite. E la splendida "The Sea Says" con recitazioni in falsetto ritmicamente corrisposte da una suadente musica d'organetto di una volta. Ed altrettanto stupenda "The River" in conclusione di un album inteso in forma di omaggio al teatro brechtiano e ponte per una nuova musica fortemente affascinata dalle immagini del passato non ancora troppo lontano. Basta osservare la copertina e subito si è catapultati nell'oscuro di un nero inchiostro da cui emergono solamente il pallore del visage triste e quasi assente del marinaretto Marc Almond, il mascherone enorme della sua controfigura comica "Mother Fist" e la valigia di cartone dove sono riposte le poche cose utili per il futuro... Si parte...

MARC ALMOND part

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna