Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Mer04242019

Last update09:38:01 PM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

Il Blog di Marco Zulberti

Lo spirito di Francis Drake e la costituzione Europea. Dal Blog di Marco Zulberti

Francis DrakeIl risultato del referendum sull'uscita della Gran Bretagna dall'Unione Europea sembra aver risvegliato lo spirito popolare di Sir Francis Drake, il pirata inglese che nel XVI secolo solcando i mari permise all'Inghilterra di procurarsi immense fortune, al punto che la regina Elisabetta lo premiò con il titolo nobiliare. L'economista John Maynard Keynes negli anni venti del secolo scorso, valutava che il rendimento di quel bottino, pesasse ancora il 27% del reddito inglese.
Il distacco così brutale dell'isola dal continente europeo, risveglia quest'immagine di una nave sulla quale viaggia una società fatta di corsari preoccupati più della rendita finanziaria diretta solo al proprio benessere che non di una società aperta come quella che è stata secolarmente quella europea.
E se pensiamo ai business economici che l'Inghilterra ha mantenuto sono quelli a più alta redditività: la chimica, la farmaceutica ma soprattutto la finanza, al punto che Londra attira i capitali da tutto il mondo: non solo russi e arabi, ma anche americani dalla stessa Wall Street.
Lo strappo dei risultati del referendum impone l'immagine di un disimpegno del popolo inglese dalle tutte le problematiche europee tra cui l'immigrazione che la loro stessa politica aveva contribuito a provocare. Senza le guerre per esportare la democrazia nei paesi del medio oriente non ci sarebbero oggi le masse d'immigrati che ora irritano il popolo inglese favorendo lo stacco dall'Europa. Ma dopo quarant'anni d'influenza da parte del Regno Unito sulla vita dei popoli mediterranei, con molti interventi, dopo aver imposto un modello economico liberista e finanziario a popoli in cui lo stato aveva un ruolo fondamentale, l'Inghilterra può smarcarsi da questa relazione con un semplice referendum? Appare un disimpegno corsaro, alla Francis Drake.

francis-drake 2037071c
L'assenza di una Costituzione Europea rende troppo facile questo distacco, che dovrebbe invece seguire un iter parlamentare a Bruxelles, condiviso anche dagli altri i popoli e non fornire ai piccoli politici locali una leva per poter utilizzare l'Europa come scusa e causa di problemi economici interni.
Il parlamento europeo dovrebbe immediatamente sospendere il risultato del referendum e inserirlo in un percorso più responsabile nei confronti degli altri popoli europei. Troppo facile inoltre il secondo disimpegno con le dimissioni di David Cameroun dopo un fallimento di questo tipo. Dopo averlo creato dovrebbe almeno gestirlo. La classe politica è, come scriveva Platone nella Repubblica, una classe di potenziali tiranni non solo in Italia.
Il paradosso di questa situazione si è poi colto nell'esaltazione dei politici italiani della Costituzione Italiana che non permette al popolo referendum su accordi internazionali. Una Costituzione che nata per combattere i virus del fascismo e delle derive politiche, proprio ora si vorrebbe cambiare in senso liberista.
L'episodio economicamente drammatico di Brexit, che rischia di produrre ulteriore crisi economica in Europa, indica tutte le carenze di una casa europea costruita in modo più romantico che istituzionale, più pensando al tetto che alle fondamenta. Non si possono chiedere anni di esami ai paesi che vogliono entrare in Europa e poi uscire con un referendum. Non si può avere un'Europa unita senza una Costituzione Europea seppur minima fondata su pochi principi, non si può avere un'Europa unita senza regole che siano rispettate in modo univoco da tutti pur nel rispetto delle autonomie locali, non si può avere una moneta unica senza una condivisione nei settori pubblici, delle infrastrutture, nei trasporti, nell'energia e nelle telecomunicazioni. Non si può avere un'Europa unita senza un esercito unico, un ministero degli esteri unito. Di fronte a queste carenze il terremoto introdotto dalla Brexit, va assolutamente fermato, per evitare una deflagrazione dell'Europa, che la storia è pronta a registrare come l'ennesimo ritorno al periodo dei corsari e di Francis Drake che rapinava il tesoro spagnolo.